Camerun: Commissione nazionale per i diritti umani e le libertà in missione di ispezione nella prigione centrale di Ngaoundéré

[Social_share_button]

L'ufficio regionale della Commissione nazionale per i diritti umani e le libertà è stato toccato le condizioni di detenzione dei residenti il ​​Venerdì 22 febbraio 2019. Durante questa visita, sono state fatte donazioni di cibo ai detenuti del penitenziario.

Originariamente costruito per ospitare i detenuti 1000, la prigione centrale di Ngaoundere oggi conosce una sovrappopolazione. Sottodivisione in distretto, dà il benvenuto ai pensionanti 15000. I leader istituzionali organizzano attività per consentire ai detenuti di prepararsi meglio al reinserimento una volta ottenuta la libertà.

Il cucito e il mestiere sono sviluppati lì, per poterli occupare meglio. "Rifiutiamo il termine carcere, per noi è un centro di riabilitazione. È vero, hanno infranto la legge, ma molti di loro hanno talento e lavoriamo per tenere in considerazione i talenti degli altri con i ministeri della gioventù e dei mestieri per vedere quale misura istituire centri di formazione per piccoli commerci per un facile reinserimento durante la loro uscita?ha detto Désiré Manang, direttore della prigione centrale di Ngaoundéré.

Dal lato dei residenti, dall'arrivo dell'attuale manager, le condizioni di vita dei detenuti sono cambiate notevolmente. '"Non risparmiamo troppa morte come prima. Lui è il nostro papà, suggerisce un detenuto.

Le condizioni di vita nella scuola sono cambiate considerevolmente. Le autorità pubbliche hanno messo in gioco i mezzi con un aumento del budget dedicato al cibo.

"C'è un aumento del budget dedicato alla salute e alla dieta dei detenuti. Abbiamo anche apprezzato alcuni degli sforzi compiuti per l'igiene all'interno del carcere ", rassicura Amani Choutap, segretario regionale della Commissione nazionale per i diritti umani e le libertà.

Gli sforzi per migliorare le condizioni di vita dei detenuti sono in contrasto con l'aumento della popolazione carceraria.

"È il nostro posto per chiedere alle autorità, alle autorità pubbliche, di procedere con urgenza, sia per ampliare o espandere le carceri esistenti, sia per costruire nuove prigioni per tenere conto delle pletora e la crescita esponenziale della popolazione carceraria, che è anche in gran parte dovuta alla crescita urbana ", ajoute-t-il.

In compagnia del pubblico ministero e del governo, il commissario ha fatto donazioni ai prigionieri, costituiti da cibo e materiali igienici.

da Jean BESANE MANGAM in Ngaoundéré | Actucameroun.com

Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/02/24/cameroun-la-commission-nationale-des-droits-de-lhomme-et-des-libertes-en-mission-dinspection-a-la-prison-centrale-de-ngaoundere/