Cinema: al Fespaco, un'apertura con fanfara ... e già singhiozzo - JeuneAfrique.com

[Social_share_button]

Il festival del cinema, che celebra i suoi anni 50, è iniziato ufficialmente sabato allo stadio municipale di Ouagadougou. Ma i problemi organizzativi continuano a offuscare l'evento.

Clack! In chiusura, come è tradizione, un applauso cinema gigante, burkinabé Presidente Roch Marc Christian Kaboré ha dato il calcio d'inizio dell'edizione 26e Fespaco Sabato 23 Febbraio in uno stadio municipale quasi pieno. Inno nazionale, i piloti di allevamento prima che la piattaforma ufficiale, stelle locali e concerti di Magic System, fuochi d'artificio grandiosi ... tutti gli ingredienti sono stati raccolti per celebrare in grande stile il festival del cinema degli anni Cinquanta.

Sophie Garcia per Jeune Afrique

Un evento a parte

La settimana del cinema africano piuttosto riservata e lanciata dagli amanti del cinema del cineclub francese-Voltaic a febbraio 1969 è diventata un evento eccezionale. E promette molto, almeno sulla carta. Non sono programmati film 160, le proiezioni 450 sono pianificate per un pubblico di spettatori 100 000. Lungometraggi mostrati al cinema Burkina, con gruppi locali che riscaldano la sala prima della riunione, le proiezioni nomadi Cinéma Numérique Ambulant prendendo l'arte 7e sulle giostre, mercati o nei licei ... Fespaco è un evento share.

Sophie Garcia per Jeune Afrique

Anche la tradizionale cerimonia di libagione al posto dei cineasti era lì per ricordargli la domenica mattina. Intorno a un monumento ridipinto nove giorni prima del festival, i professionisti si sono riuniti per onorare la memoria dei registi scomparsi, specialmente Idrissa Ouedraogo e Missa Hébié che è morta l'anno scorso.

Couacs nell'organizzazione

Tuttavia, l'organizzazione del festival, già indicata più volte nelle precedenti edizioni, non è migliorata visibilmente. Il delegato generale di Fespaco, Ardiouma Soma, ha assicurato che gli ospiti 600 (anziché 300 400 in generale) sarebbero stati accolti favorevolmente. Molti professionisti hanno ricevuto inviti ... ma non hanno mai promesso biglietti aerei! Il problema riguarda i giornalisti ma anche i direttori della selezione ufficiale che si sono trovati senza biglietto pochi giorni prima dell'inaugurazione.

All'ingresso della mostra di apertura stampa, decine di giornalisti sono stati espulsi anche Sabato con il pretesto che non c'era posto ... e quindi impedito di fare il loro lavoro. E i fotografi che erano in grado di entrare erano imbarazzati dalle hostess e dai soldati messi tra loro e la scena. Troppo lunghi discorsi, simile ad alcuni politici di campagna discorsi, e alcuni video amatoriali presentati durante la cerimonia anche frenato l'entusiasmo dei professionisti e folle.

Rimane una settimana a Fespaco per dimostrare che è ancora, nonostante tutto, un evento prestigioso e che Ouagadougou rimane la capitale del cinema in Africa. Il film che fa l'apertura, La misericordia della giungla, Joel Karekezi, ospite d'onore del Ruanda, sarà trasmesso questa domenica, 16h, al cinema del Burkina.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA