[Diretto] Elezioni presidenziali in Senegal: alta presenza ai seggi elettorali - RFI

[Social_share_button]

In Senegal, i seggi elettorali si sono aperti questa mattina a 8h (ora locale) per il quasi milione di elettori 6,7 chiamati alle urne per eleggere il loro presidente. Cinque candidati sono in corsa, tutti hanno chiesto una forte mobilitazione. Un giorno di votazioni per seguire in diretta su rfi.fr. Le stazioni di polling si chiuderanno all'ora locale 18h.

Articolo regolarmente aggiornato, con i nostri corrispondenti inviati in loco. Per aggiornare, fare clic qui

Gli orari sono indicati in tempo universale (UT)

12h00 : A Ziguinchor, nella regione meridionale della Casamance, le operazioni di voto sono condotte in modo calmo e sereno con una forte partecipazione dei giovani. Ascolta il rapporto del nostro inviato speciale sul posto :

Sono giovani coinvolti. È democrazia. Sfortunatamente altri paesi africani non sono così fortunati.

Elezioni presidenziali in Senegal: forte mobilitazione dei giovani a Ziguinchor

24-02-2019
- Di
RFI

Nel numero tre del seggio elettorale della scuola François Ntab di Ziguinchor, Bernard Boissy arrivò molto presto. È il primo elettore. " Il presidente che sceglieremo, vogliamo che lavori per noi, per il bene della nostra nazionelui dice. Un buon presidente, non un presidente che promette e non fa nulla '.

La maggior parte degli elettori ha già fatto la sua scelta e spesso per parecchio tempo ma c'è ancora un po 'indecisocome Oumy Sané, una giovane donna 24 che voterà per 1ere una volta. " Non ho ancora fatto la mia sceltaspiega. Io, ce n'è uno che mi piace molto. In realtà, è un uomo integro, giusto, coraggioso e altro. Ma ce n'è un altro che mi piace anche perché è un uomo che ha apportato dei cambiamenti. Ma non sappiamo se continuerà o no. Quindi, non voglio scegliere e quindi rimpiango. Ma dentro, deciderò. Andrà '.

Un sacco di gente nei cortili delle scuole e un fenomeno piuttosto nuovo, molti giovani elettori. Anche Aziz e Ram l'hanno notato. " Ho 71 ansdisse uno di loro. Sono rimasto molto sorpreso Questa è la prima volta che vedo questa forte mobilitazione dei giovani. Va bene Il loro destino è in gioco . " " Questi giovani sono coinvolticontinua l'altro. Sono giovani leader che devono fare la loro scelta. Sfortunatamente, altri paesi africani non hanno questa possibilità '.

11h30: Mariama Diouf fa la fila davanti al suo seggio elettorale in questa scuola di Pikine, nella parte orientale di Dakar. È venuta stamattina presto. " Per compiere il mio dovere di cittadino e vai a casa in silenzio aspettando i risultatilei spiega a il nostro corrispondente sul posto. Sta andando bene. Vorrei che il voto fosse pacifico, che tutti votassero per il loro candidato e che la persona migliore vinca '.

Il suo il dito è segnato con inchiostro indelebile : un segno che non inganna. Youssouf Niane ha appena votato. " Sono davvero felicelui dice. Dobbiamo comunque fare l'atto di cittadinanza. Qualunque siano le difficoltà della vita o qualunque cosa accada, se è sinistra o giusta, dobbiamo votare comunque '.

Al centro, i registranti 7 000 sono attesi per tutto il giorno. A volte ci vuole armati di pedagogia. « Ogni volta, ci sono persone che commettono errori, ma io li rettificodice Raki Gueye, il capo dell'ufficio. Ad esempio, c'è una signora che è lì, che ha lasciato la busta nella cabina di voto. Così gli ho chiesto di prenderla e metterla nell'urna '.

Per lei, la sfida principale di questo giorno è " per ospitare il numero massimo di elettori ". Dopo il voto verrà organizzato il conteggio, una nuova sfida perché sarà necessario compilare i risultati del centro in un'ora.

10h30 : La parata degli elettori si è svolta tranquillamente, in modo fluido, in un distretto della scuola di Biscuiterie a Dakar, trasformato in un seggio elettorale. Driver, Bathie Faye lascia l'ufficio numero uno, soddisfatto. " Siamo tutti fratelli e sorellelui dice. È democrazia. Siamo tutti uguali. Vieni a votare in maniera massiccia. Possa la migliore vittoria '.

Per regolare l'alto afflusso, le forze dell'ordine riferiscono agli elettori. Il dito inchiostrato, Samba Ndong ha votato per la continuità. ' È Mackyafferma. Tutti i senegalesi degni di questo nome dovrebbero votare per la coalizione Benno Bokk Yakaar, per la pace e lo sviluppo del nostro caro Senegal '.

Un elettore senegalese mostra il suo dito inchiostrato 24 febbraio 2019 in un distretto di Biscuiterie a Dakar, convertito in seggio elettorale, per le elezioni presidenziali.
© RFI / Guillaume Thibault

Negli anni di 69, Mohamadou Diawara è in pensione. Deluso dal presidente uscente, vuole il cambiamento. « Un buon presidente è qualcuno che prende in considerazione le aspirazioni del paese e non le aspirazioni della sua famiglia e dei suoi amici, dice. Ecco. Ci deve essere un vero cambiamento nelle vite delle persone '.

Capo dell'ufficio numero uno, El Hadj Malik Bass è soddisfatto. A differenza del legislativo 2017tutto sta andando bene " E a 18h, stiamo spogliando Lui conclude.

È democrazia. Siamo tutti uguali. Vieni a votare in maniera massiccia. Possa la migliore vittoria.

Elezioni presidenziali in Senegal: aspettative degli elettori a Biscuiterie, a Dakar

24-02-2019
- Di
RFI

10h20: A Pikine, nella parte orientale di Dakar, come nella stessa capitale senegalese, gli elettori mostrano il loro dito inchiostrato dopo aver votato.

09h20 : Le presidente uscente, Macky Sall, candidato per la rielezione, deposita il suo voto nelle urne e mostra il dito inchiostrato in un seggio elettorale a Fatick, sua città natale nella parte occidentale del paese.

Il presidente uscente Macky Sall, candidato alla rielezione, deposita il suo voto nelle urne di Fatick, la sua città natale, 24 February 2019, nel Senegal occidentale.
© REUTERS / Zohra Bensemra

► (Ri) ascolta il dibattito africano -> Senegal: qual è il bilancio di Macky Sall?

09h00: La città di Ziguinchor, nel sud del Senegal, in Casamance, compte nove seggi elettorali. Stamattina, se cento elettori hanno aspettato pazientemente nel cortile questa mattina prima dell'apertura degli uffici, poche aule erano pronte ad accoglierli.

Downtown Ziguinchor, Senegal.
© Wikimedia Commons

Ziguinchor si trova nella regione di origine del candidato Ousmane Sonko. Di fronte a lui, il presidente uscente Macky Sall è determinato a conquistare questa regione importante e simbolica. È stato sconfitto al primo turno delle elezioni presidenziali 2012. Da allora, Macky Sall ha fatto molto per questa regione e ora sta difendendo il suo record.

Elezioni presidenziali in Senegal: Ousmane Sonko, la stella nascente

Ousmane Sonko, il bambino del paese, che sta andando a votare a Ziguinchor questa mattina, lo è sfidante numero uno. Egli incarna il nuovo candidato, anti-sistema, schietto. Il suo discorso è un grande successo, soprattutto tra i giovani, e Ousmane Sonko è l'orgoglio di un'intera regione. Resta da vedere come questo si tradurrà nelle urne.

Senegal: l'entusiasmo dei giovani per la campagna elettorale

08h50 : I cinque candidati andranno ciascuno votare nella loro roccaforte. Nessun candidato vota a Dakar oggi. Idrissa Seck, alleata con Khalifa Sall, l'ex sindaco di Dakar, si trova a Thies, nel suo bastione elettorale. Ousmane Sonko è in Casamance, a Ziguinchor. Madické Niang è presente a Touba, la città santa.

Elettori senegalesi nel distretto Biscuiterie della scuola di Dakar, 24 febbraio 2019 per le elezioni presidenziali.
© RFI / Guillaume Thibault

Il loro obiettivo sarà quello di vincere contro il presidente uscente Macky Sall, che ha sempre dichiarato di essere eletto nel primo turno e ora è in Fatick, la sua città natale, nell'ovest del paese.

Senegal: configurazione senza precedenti per le elezioni presidenziali

08h40 : RFI ha scelto di vivere anche questo giorno di votazione a Pikine perché la città è strategica per tutti i candidati. Ha quasi 1,2 milioni di abitanti, 20 000 più di Dakar, la capitale. Fortemente urbanizzato, affronta anche molte sfide come la disoccupazione, la sottoccupazione dei giovani e l'insicurezza. Gli abitanti hanno aspettative molto forti, più che altrove.

Forte affluenza in questa scuola di Pikine, che raggruppa i seggi elettorali 12, nella periferia di Dakar, 24 febbraio 2019.
© RFI / William Lesseux

Lo sviluppo di Pikine è stato poco accompagnato dallo stato e si sono stabilite situazioni di grande povertà. In trent'anni, la popolazione è stata moltiplicata per cinque fino a quando Pikine diventa la città più popolosa della regione. Raramente un pool elettorale ha presentato tante sfide per i candidati.

Elezioni presidenziali in Senegal: Ousmane Sonko in campagna a Pikine

08h15 : Il voto è appena iniziato e le linee sono già lunghe nel cortile della scuola del distretto Biscuiterie di Dakar, riporta il nostro corrispondente sul posto. L'atmosfera è molto tranquilla, sotto gli alberi, nei profumi di panini all'uovo e caffè Touba, conditi con pepe o pepe nero. I diciotto uffici erano pronti non appena 7h30, i cinque scrutini con i colori dei candidati presidenziali allineati sui tavoli della scuola.

Elettori senegalesi 24 febbraio 2019 nel distretto Biscuiterie a Dakar, per le elezioni presidenziali.
© RFI / Guillaume Thibault

« Mi piace votare presto. Dopo, vado a casa e aspetto con calma Lamine Gaye, un anziano, come la maggior parte dei regali di stamattina. Diéthé Faye è un autista, è venuto qui per " 6h meno Quindi per seguire la sua giornata. " Il mio voto è segreto, Egli spiega. Quello che mi aspetto da un presidente è che sia un buon padre ". Diéthé chiede un voto enorme. " È un dovere, dice. Più siamo elettori, più il ril risultato sarà credibile '.

► (Ri) ascolta la nostra fantastica relazione -> Presidenziale in Senegal, l'ora della scelta

Questa scuola del distretto Biscuiterie, trasformata per questo centro di voto presidenziale, fu assicurato dalla polizia per il momento, stanno aiutando l'elettorato a scoprire in quale ufficio devono andare.

Una fila davanti a un distretto della scuola di Biscuiterie a Dakar, trasformato in un seggio elettorale per le elezioni presidenziali di 24 di febbraio 2019.
© RFI / Guillaume Thibault

08h: I seggi elettorali sono stati ufficialmente aperti nel paese, come qui a Pikine, la seconda città più popolosa del paese, situata ad est di Dakar.

Nel Pikine, la seconda città più popolosa, ad est di Dakar, la folla era già forte questa mattina 10 minuti prima dell'apertura dei seggi.

La campagna elettorale concluso venerdì sera, il 22 di febbraio. Gli elettori hanno quindi avuto 24 ore di calma per analizzare i programmi dei cinque candidati e discuterne tra loro.

Cinque candidati sono in corsa: Macky Sall, Issa Sall, Ousmane Sonko, Madicke Niang et Idrissa Seck.

Senegal: configurazione senza precedenti per le elezioni presidenziali

Questo articolo è apparso per primo http://www.rfi.fr/afrique/20190224-direct-presidentielle-senegal-bureaux-vote-ouvert