Avvelenamento: muore dopo aver mangiato funghi in un ristorante stellato

[Social_share_button]

Le stelle della guida Michelin sono una garanzia di qualità, eppure. Una donna è morta pochi giorni dopo aver mangiato spugnole in un ristorante gourmet a Valencia, in Spagna.

L'indagine è ancora in corso per confermare l'esatta causa della morte: "Dobbiamo aspettare i risultati dell'autopsia prima di poter determinare se è l'ingestione di questi alimenti che ha causato direttamente la sua morte o se è stata innescata una condizione di base che ha portato a questo esito fatale ", affermano le autorità sanitarie regionali. "Con l'eccezione del deceduto, altri pazienti malati [inclusi il marito e il figlio della vittima] avevano solo sintomi lievi, principalmente vomito", ha detto uno.

Festeggia il compleanno del marito

Pochi giorni prima della sua morte, la moglie di 46 si reca in un ristorante stellato per festeggiare il compleanno del marito. Lei ordina spugnole, li mangia e viene preso da diarrhées e vomissementsche causerà la sua morte a febbraio 17 2019. Anche gli altri clienti di 29 sarebbero stati intossicati, ma in modo più leggero.

Fungo di lusso, la spugnola è tossica quando è cruda o non è ben cotta. Le autorità sospettano anche un prodotto contraffatto, che sarebbe poi stato servito involontariamente. Il ristorante in questione ha deciso di chiudere i battenti mentre le indagini sono chiare.

Chiamare immediatamente 15 o il centro di controllo veleno

Nausea, vomito, sudorazione, Vertiges o problemi la vista Se questi sintomi compaiono entro dodici ore dopo aver mangiato i funghi, si tratta di un avvelenamento. Dovresti chiamare immediatamente 15 o un centro antiveleni, poiché le conseguenze possono essere fatali.

ANSES e il DGS ricordano anche le regole per poter godere serenamente la raccolta:

  • Raccogli solo i funghi che conosci perfettamente: alcuni funghi velenosi altamente tossici assomigliano molto alle specie commestibili;
    • In caso di dubbi sulla condizione o l'identificazione di uno dei funghi raccolti, non consumare il raccolto fino a quando non lo si fa controllare da uno specialista nel campo. Possono essere consultati i farmacisti o le associazioni e le società di micologia nella vostra zona;
    • Raccogliere solo gli esemplari in buone condizioni e raccogliere l'intero fungo (piede e cappello), per consentire l'identificazione;
    • Non raccogliere funghi vicino a siti inquinati (bordi stradali, aree industriali, discariche);
    • Separare i funghi raccolti per specie per evitare di mescolare pezzi di funghi velenosi con funghi commestibili;
    • Disporre i funghi separatamente, in una scatola o cartone, ma mai in un sacchetto di plastica che acceleri la carie;
    • Lavare accuratamente le mani dopo la raccolta;
    • Conservare i funghi separatamente e in buone condizioni nel frigorifero e consumarli entro due giorni al massimo dalla raccolta;
    • consumare i funghi in quantità ragionevole dopo una cottura sufficiente e non consumarli mai crudi;
    • Non offrire mai funghi raccolti a bambini piccoli.

Ti interessa questo argomento? Vieni a discuterne sul nostro forum!

Questo articolo è apparso per primo https://www.pourquoidocteur.fr/Articles/Question-d-actu/28391-Intoxication-decede-mange-champignons-restaurant-etoile