La polemica SNC-Lavalin è davvero uno scandalo?

[Social_share_button]

La politica è ciclica; quello che succede di solito si ripete di nuovo, poiché i politici e le istituzioni seguono modelli di comportamento a lungo termine.

Ma la storia ancora nello sviluppo di SNC-Lavalin e nelle dimissioni di Jody Wilson-Raybould dalla ditta sono sconcertanti e non si adattano ai modelli tradizionali della politica canadese.

Tre cose si distinguono: la natura complessa dello "scandalo" la sconcertante rassegnazione di Gerald Butts e le azioni di Wilson-Raybould.

Prima di tutto, è la natura dello "scandalo". Un tipico scandalo politico coinvolge una persona che ha commesso un atto illecito per motivi di negligenza, denaro, ambizione personale, sesso, ecc.

Ma è un business molto più complicato e astratto. Nessuno sta suggerendo che il primo ministro Justin Trudeau, il suo segretario principale, Butts o qualsiasi altro partito del Partito liberale, abbia fatto di tutto per coprirsi le tasche, a differenza dello scandalo di sponsorizzazione del primo 2000 in cui l'ufficio del primo ministro ha chiuso un occhio. così tanti liberali hanno beneficiato generosamente.

Trudeau e Butts percepirono il vantaggio politico che il governo avrebbe potuto alleggerire su SNC-Lavalin. Ci sono interessi politici ed economici che pesano ancora pesantemente in Quebec.

Negli affari pubblici, ciò che è legalmente sbagliato non è necessariamente politicamente inaccettabile e viceversa. (Ad esempio, nonostante le sue scandalose pratiche di spesa, il senatore Mike Duffy è stato assolto in 2016 avere violato la legge).

Presunta pressione

Da un punto di vista legale, il problema è il presunto. indebita pressione sul Procuratore generale - che, politicamente, è una questione interna che non differisce da nessun altro momento in cui viene esercitato l'ufficio del Primo Ministro. In effetti, ecco come il cancelliere del Consiglio privato, Michael Wernick, ha recentemente caratterizzato il caso nel suo insieme .

Wernick sta aspettando di comparire davanti al Comitato di giustizia di Ottawa a febbraio 21 2019.
LA STAMPA CANADIANA / Adrian Wyld

Da un punto di vista politico, il problema più grande è la retrocessione apparente di Wilson-Raybould per non fare ciò che il primo ministro gli aveva chiesto di fare, che è anche perfettamente legale un punto di vista costituzionale. La dimensione economica e l'importanza della SNC-Lavalin per Quebec complicare ulteriormente le cose, che lo rende uno "scandalo" single multidimensionale.

La storia è complicata e non è chiaro se la storia abbia preso fuoco con la popolazione generale. Ad esempio, sondaggio ha rilevato che 41% dei canadesi ritiene che Trudeau abbia fatto qualcosa di sbagliato, ma 41% ha dichiarato di non essere sicuro .

Data la confusa narrativa di cui sopra, la narrativa della saggezza convenzionale suggeriva che la storia potesse ben estendersi e ridursi nel tempo. Poi sono arrivate le dimissioni di Butts, che sfidano le pratiche del passato.

Poche foto di Nigel Wright, ex capo dello staff di Harper, erano eccezionali prima del processo a Mike Duffy. Wright è visto qui in 2010.
STAMPA CANADESE / Sean Kilpatrick

Anche gli altri membri dello staff del Primo Ministro hanno avuto un grande potere, ma alla fine sono stati assunti per aiutare; nessuno di loro reclamava una così profonda amicizia personale con il Primo Ministro (Brian Mulroney aveva assunto molti amici, ma di solito non apparivano in cima alla gerarchia).

Nessuno di loro ha avuto un ruolo pubblico, come l'attività indipendente di Butts su Twitter. D'altra parte, i quattro capi dello staff di Harper hanno evitato la pubblicità che i media sono stati costretti a presentare sempre le stesse foto granulari.

Tripla gioca politica

Ecco triple play di potere, l'amicizia e il profilo pubblico che ha reso Butts speciali, e quindi ha reso così sorprendente vederlo diventare il primo ad affrontare quello che sembrava essere una cosa seria, ma non catastrofico.

Come il partito liberale ha imparato a tristezza dopo ha chiamato l'indagine Gomery sulla polemica di sponsorizzazione equivoco e grigi sono il mezzo migliore per soffocare gli scandali piuttosto che accendere le fiamme con azioni drammatiche.

Vediamo Butts durante una visita alla Grande Muraglia Cinese a settembre 2016.
LA STAMPA CANADIANA / Adrian Wyld

Le dimissioni di Butts riguardavano solo l'azione più drammatica possibile e non si adattavano a nessuno schema, aumentando le speranze

Infine, le azioni di Wilson-Raybould non si adattano al modello delle dimissioni ministeriali. Quando un ministro si dimette, di solito va alla bocca o fare tutto quanto in suo potere per difendere la storia a spese del governo fino - in casi estremi, ha istituito un governo virtuale in esilio, come John Turner in relazione con Pierre. Trudeau o Paul Martin e Jean Chrétien.

Wilson-Raybould non ha fatto né l'uno né l'altro. Sebbene complicato dal privilegio di avvocato-cliente (e non sappiamo quali siano le fonti anonime che hanno raccontato la storia ai media), Wilson-Raybould non ha adottato le solite tecniche di interviste e interviste non-stop. editoriali per raccontare la storia, o anche una non-storia di: "Ci sono così tante cose che vorrei poterti dire ma non posso dire nulla".

La strategia di Wilson-Raybould non è chiara

Invece, Wilson-Raybould ha generalmente preso la strada maestra. È difficile pensare a un altro ex ministro che sta chiedendo di tornare al gabinetto che ha appena lasciato o di comparire davanti al Parlamento, e quindi, giustamente, astenendosi in un voto su di esso.

Le sue intenzioni e la strategia - se del caso. - non sono chiari. Va notato che la prima donna procuratore generale e ministro della Giustizia aborigeni Canada fa politica in modo diverso e non segue il libro di lettura ben utilizzato da decine di ex ministri le cui azioni erano altamente prevedibile e facilmente spiegato dal loro ego e il loro orgoglio. [19659002] La storia di SNC-Lavalin si sta ancora sviluppando.

Man mano che nuove informazioni e sviluppi emergono, potremmo essere in grado di adattarli meglio ai modelli tipici della storia politica canadese. Ma per il momento, l'affare SNC-Lavalin è una storia complessa e multidimensionale e non un tipico "scandalo" politico

Le motivazioni dei principali attori rimangono poco chiare e le sue implicazioni a lungo termine, specialmente per le prossime elezioni, sono sconosciute.

Questo articolo è apparso per primo http://theconversation.com/is-the-snc-lavalin-controversy-truly-a-scandal-112208