Nonostante la polizia, nuova manifestazione ad Algeri contro un mandato 5e di Bouteflika - JeuneAfrique.com

[Social_share_button]

Nonostante un importante ordigno di polizia, diverse centinaia di manifestanti sono stati riuniti domenica pomeriggio nel centro di Algeri per opporsi a un termine 5th del presidente Abdelaziz Bouteflika.

In questo primo giorno della settimana, la mobilitazione è stata nel mezzo del pomeriggio più debole che durante le massicce dimostrazioni di venerdì, che sorpreso dalla loro grandezza e segnato gli spiriti.

Decine di migliaia di persone, rispondendo alle chiamate anonime sui social network, poi è sceso in piazza, soprattutto nella capitaledove le dimostrazioni sono severamente proibite. La polizia, sopraffatta dal numero, non ha potuto fermarli.

Domenica a mezzogiorno, rispondendo alla chiamata di un'associazione, il piccolo gruppo di manifestanti - inizialmente cinquanta - non ha smesso di gonfiarsi fino a raggiungere diverse centinaia, nonostante l'iniziale tentativo di dispersione da parte della polizia, secondo un giornalista da AFP.

Verso 14h locale (15h GMT), piccoli gruppi di poche decine di giovani volevano continuare la protesta, la polizia ha poi facendo uso di gas lacrimogeni, tra gli slogan anti-mandato 5e e canzoni ostili al presidente Bouteflika.


>>> LEGGI - Algeria: Bouteflika non ha alcun consenso di opposizione per la candidatura congiunta


La polizia ha anche fatto diversi arresti, secondo la stessa fonte.

Soufiane Djilali, coordinatore del movimento cittadino Mouwatana - all'origine della chiamata alla riunione - affermata all'AFP che "quadri 15" di questo collettivo così come "dozzine di cittadini" erano stati arrestati. Questa cifra non può essere verificata in questo momento da altre fonti.

"Algeria libera e democratica! "

Normalmente aperto al mattino, molti negozi nel centro di Algeri hanno abbassato il sipario mentre l'evento si è gonfiato e molti ufficiali in tenuta antisommossa gli sono andati incontro.

Schierato in massa fin dal mattino nel centro di Algeri, è volato ininterrottamente da un elicottero, polizia ha immediatamente tentato di impedire la raccolta di Mouwatana, facendo evacuare prima della programmata Audin Place, dove cinquanta gli attivisti erano già riuniti.

Sono stati dislocati e riorganizzati, gridando in particolare "Algeria libera e democratica! E "No al mandato 5e! Su uno degli assi principali adiacenti al centro della capitale, dove si sono uniti ad altri manifestanti.

Molti spettatori sui marciapiedi di questa vasta via dello shopping hanno ripreso gli slogan al loro passaggio.

Fondata a giugno 2018 per opporsi a un mandato pubblicizzato 5e, il movimento cittadino Mouwatana, composto da intellettuali (partiti di opposizione, attivisti associativi, giornalisti, avvocati ...), lotta tradizionalmente per mobilitare oltre il suo ambiente originale.

"Continua la pressione"

"Il venerdì è stata una mobilitazione popolare. Mouwatana, è un po 'più elitario ", ha detto il sociologo algerino Nacer Djabi all'AFP in vista della manifestazione.

Soufiane Djilali, che è anche leader dell'opposizione Jil Jadid, gli ha detto di non aspettarsi "una grande folla". "Ma l'obiettivo è mantenere la pressione contro questo potere", ha detto il funzionario, che si era già opposto a un mandato 4e di Abdelaziz Bouteflika in 2014.

La data della domenica fu scelta perché era previsto - senza che fosse confermato ufficialmente - che Abdelaziz Bouteflika, 81 anni, fece una rara uscita pubblica.

Indebolito da un ictus che ha sofferto in 2013, il capo dello stato, inchiodato su una sedia a rotelle, appare raramente in pubblico.

La presidenza ha infine annunciato che il capo dello stato volava domenica a Ginevra per una "breve permanenza a condurre controlli medici periodici".


>>> LEGGI - Dieci cose da sapere su Abdelmalek Sellal, direttore della campagna di Abdelaziz Bouteflika


In potere dal 1999 Abdelaziz Bouteflika si è conclusa nel febbraio 10 mesi di domande circa le sue intenzioni, annunciando in una "Lettera alla Nazione" che cercano un mandato al 5 elezioni presidenziali 18e aprile che è presentato come giocato in anticipo.

Nel suo messaggio di 10 febbraio ha aveva anticipato le critiche sulla sua salute, che alcuni dei suoi avversari lo rende inadatto a governare, riconoscendo non hanno più "la stessa forza fisica rispetto al passato", ma "trascendere i vincoli problemi di salute "con" l'incrollabile desiderio di servire la Patria ".

Oltre al centro di Algeri, Mouwatana aveva chiamato gli abitanti di altre regioni dell'Algeria per riunirsi nella "calma" di fronte alle prefetture. Nessun altro evento significativo è stato segnalato immediatamente.

I social network hanno anche inoltrato nei giorni scorsi richieste per una "marcia studentesca" contro il mandato 5e dell'26 di febbraio ovunque in Algeria.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA