Elezioni presidenziali in Senegal: gli elettori si sono mossi in numero e si sono calmati

[Social_share_button]

I senegalesi hanno votato in numeri, domenica, febbraio 24, per scegliere il loro presidente tra i cinque candidati in lizza. La missione di osservazione dell'UE rileva che il voto è stato condotto in un'atmosfera calma con "pochissima violenza".

Macky Sall servirà un secondo mandato? I senegalesi sono stati chiamati alle urne di domenica 24 di febbraio per rispondere a questa domanda scegliendo chi il presidente uscente o l'altro candidatos - Idrissa Seck, Ousmane Sonko, Madické Niang e Issa Sall - saranno eletti Senegal.

>> Da leggere anche: chi sono i cinque candidati presidenziali in Senegal?

"Tra gli uffici osservati dalla nostra missione, la valutazione complessiva è abbastanza positiva. Ci sono state pochissime violenze, incidenti molto isolati, che sono ottime notizie ", ha detto il capo della missione di osservazione dell'Unione europea, Elena Valenciano.

Valdiodio N'Diaye, coordinatore della missione di osservazione della società civile

A 13H00 (ora locale), la partecipazione è stata 39%Secondo una fonte vicina al ministero dell'Interno, che suggerisce di superare il 51% del primo turno del precedente 2012 presidenziale.

A Point E, nel distretto centrale di Dakar, le operazioni di voto sono state completate come previsto a 18H00 e il conteggio è iniziato immediatamente, secondo un giornalista dell'AFP. I media senegalesi, d'altra parte, hanno visto un risultato non ufficiale, da banco a banco, non ufficiale che non ha mostrato alcuna tendenza.

I risultati non diventeranno ufficiali fino a quando il 25 o il 26 di febbraio e un possibile secondo round, considerando i ritardi legali della proclamazione, le possibili controversie e la campagna, si terranno probabilmente la marcia 24.

Segnalibro Macky Sall

Fort statisticamente precedente, come tutti i suoi predecessori hanno prestato servizio per almeno due termini, Macky Sall, anni 56, vuole guidare per i prossimi cinque anni, la seconda fase (2019-2023) del suo piano "emergenti Senegal" e anche vincere presto il primo round, come il suo ex mentore, Abdoulaye Wade (2000-2012) in 2007.

I suoi concorrenti, i sopravvissuti del nuovo sistema di rinvii e le decisioni del tribunale che ha eliminato i rivali di peso, sperando ancora tenerlo sotto controllo, in particolare l'ex primo ministro Idrissa Seck, anni 59, e l ' "anti-sistema" MP e l'ex ispettore fiscale Ousmane Sonko, 44 anni, che entrambi hanno profetizzato la sua rovina.

Dalla fine della giornata lavorativa, la formazione Ousmane Sonko ha denunciato "numerose irregolarità", tra cui criticare un ordine nel corso della giornata da parte del Ministero dell'Interno che autorizza gli elettori non hanno trovato i loro nomi sulle liste dei loro seggio elettorale per votare in quello in cui erano precedentemente registrati. Per la coalizione di Idrissa Seck, questo decreto costituisce una "flagrante violazione del codice elettorale".

La folla era stata forte da l'apertura di uffici in Fatick (al centro), dove Macky Sall ha votato, ma anche a Thies (ovest), dove Seck eseguito il suo dovere civico a Kolda (sud) e in Touba ( al centro), città santa della fratellanza Mouride, in cui la persona di alto livello, l'ex ministro Madicke Niang, 65 anni, ha voluto mettersi in fila come gli altri elettori.

Entrambi eletto nel 2017, i due nuovi arrivati ​​sulla scena politica nazionale, Ousmane Sonko e il presidente dell'università privata Issa Sall, anni 63, nei pressi dalla confraternita Tidiane un movimento religioso, hanno votato rispettivamente, a Ziguinchor ( sud) e Tataguine (ovest).

"Alla fine di questo giorno, il popolo senegalese sarà l'unico vincitore. E il presidente che verrà scelto sarà anche il presidente di tutti i senegalesi ", ha detto Macky Sall.

La sfida degli elettori per la prima volta

In sono stati installati molti luoghi, i "rifugi temporanei" seggi elettorali sotto teloni, per affrontare l'aumento del numero degli elettori, come Scat-Urbam, un sobborgo di Dakar. "Questo è dovuto agli elettori per la prima volta", avendo recentemente raggiunto la maggioranza legale, ha detto Adama Diallo, presidente di un ufficio.

Nel distretto amministrativo di Plateau, un infermiere studente 24 anni, Fatoumata Diallo, ha dichiarato "orgoglioso" di votare per la prima volta. "Lo ricorderò per tutta la vita".

L'opposizione ha denunciato l'invalidazione delle candidature di Karim Wade, figlio ed ex ministro di'Abdoulaye Wadee Khalifa Sall, il deposto sindaco di Dakar, entrambi colpiti dalle condanne della corte, così come il sistema di sponsorizzazione.

Idrissa Seck è apparsa come il principale beneficiario di questa scrematura da quando Khalifa Sall ha annunciato dal suo carcere di sostenerlo e che la stragrande maggioranza di 20 ha fallito la sponsorizzazione radunata su di lui.

Senegal, che ha conosciuto due alternanze in 2000 e 2012, e nessun colpo di stato, ha fatto la figura modello democratico in Africa, ma le campagne elettorali sono spesso condito da accuse di corruzione, la disinformazione e la violenza.

Scontri hanno causato due morti a febbraio 11 a Tambacounda, 420 km a est di Dakar, tra i sostenitori di Macky Sall e Issa Sall. Domenica, la polizia di 8 000 e gendarmi in uniforme e un numero indeterminato di agenti in borghese sono stati schierati, secondo le autorità.

Questo articolo è apparso per primo https://www.france24.com/fr/20190224-senegal-presidentielle-election-vote-bureaux