TECH CHRONICLE Il micro nascosto di Google

[Social_share_button]

Questo è un errore apparentemente banale, ma che ha preso una scala enorme nel mondo della domotica negli ultimi giorni. All'inizio di febbraio, Google informava i proprietari del dispositivo Nest Guard che potevano ordinarlo a voce. Questo dispositivo consente di attivare e disattivare, tramite un codice digitale, un sistema di allarme intelligente. Consentendo ora di controllare la Nest Guard con la voce, Google ha pensato di deliziare i suoi utenti.

Il problema è che in nessun momento nelle specifiche della Nest Guard Google ha detto che c'era un microfono in esso. Questo è un errore colossale da parte della multinazionale, conoscendo la sfiducia di molti potenziali clienti nei dispositivi di automazione domestica spesso percepiti come troppo curiosi.

Google ha dovuto scusarsi perplesso la scorsa settimana: "Il microfono integrato nel dispositivo non dovrebbe mai essere un segreto e avrebbe dovuto essere incluso nelle specifiche tecniche. È stato un errore da parte nostra. "La società ha aggiunto che il microfono non è mai stato attivato da nessuno fino ad allora.

A priori, questo incredibile errore non dovrebbe rallentare l'ascesa della domotica. Ma Google, precedentemente nota per il suo rispetto per la privacy dei suoi clienti, ha visto la sua immagine offuscata.

Questo articolo è apparso per primo https://www.letemps.ch/economie/chronique-tech-micro-cache-google