È triste, una coppia sposata e innamorata da quando 62 anni è costretta a separarsi - SANTE PLUS MAG

[Social_share_button]

È triste, una coppia sposata e innamorata da quando 62 anni è costretta a separarsi

Una coppia sposata e innamorata da quando 62 anni è obbligata a separarsi

Il vincolo del matrimonio è un vincolo sacro che significa vivere insieme fino alla fine dei tuoi giorni e che ognuno è lì l'uno per l'altro nei momenti belli e cattivi. Tuttavia, essere costretti a separare è la cosa peggiore che possa capitare a una coppia di innamorati, specialmente nella vecchiaia, come nel caso di questa coppia sposata dagli anni 62, riferisce la Huffington Post.

Il potere del legame matrimoniale

Il matrimonio è un legame personale, fisico, psicologico, emotivo e spirituale tra due persone. Questo collegamento è stato creato per la vita. Pertanto, sono tenuti a vivere in tutti gli aspetti della vita, nei loro pensieri, i loro émotionsi loro desideri, i loro obiettivi, le loro azioni, come due persone che si amano e si conoscono bene, e non pensano niente e non fanno niente senza l'altro.

Il matrimonio è una stretta unione stabilita tra due esseri umani. In effetti, questa unione è così stretta, così vincolante, così potente, così globale e così vasta da non poter essere infranta.

Questo legame di matrimonio implica che le due persone sposate condividano il meglio e il peggio e che vivano insieme fino all'ultimo respiro. È uno in modo che questo legame è onorato.

Tuttavia, quando i due partner si trovano separati a dispetto di se stessi, ciò può essere fonte di profonda tristezza e crepacuore. Questo è il caso di questa coppia dopo 62 anni di matrimonio.

Una dolorosa separazione

Dopo 62 anni di matrimonio, la coppia canadese Wolf e Anita Gottschalk hanno affrontato il loro peggior incubo, sono state costrette a vivere in diverse case di riposo e non possono più vedersi ogni giorno.

La coppia che vive a Surrey, nella British Columbia, ha vissuto separatamente per otto mesi. Diverse volte alla settimana, un membro della famiglia prende Anita, invecchiata 81, e la porta a fare un giro 30 per visitare Wolf, 83. Di solito questo è il dovere della nipote Ashley Bartyik.

Ashley ha fatto appello a Facebook per aumentare la consapevolezza della sfortunata situazione dei suoi nonni. Nel suo messaggio, ha menzionato che Anita e Lupo, hanno la demenza e di recente hanno diagnosticato un linfoma e piangono ogni volta che si vedono. Ha anche detto che il sistema sanitario canadese potrebbe essere ritenuto responsabile della loro prolungata separazione.

Sebbene la demenza di Lupo non abbia ancora influenzato la sua memoria o il suo amore per Anita, Ashley teme che non abbiano molto tempo prima che la sua salute peggiori ulteriormente. Così, nel suo post di Facebook, che è stato condiviso più volte di 5 000, Ashley l'ha esortata amis per raccontare la storia dei suoi nonni:

"Esausto sul piano finanziario, fisico ed emotivo, la mia famiglia e io chiedo il vostro aiuto, amici miei. Abbiamo contattato il nostro MP locale, chiamato Fraser Healthe condotto indagini in prima persona, ma non abbiamo avuto risposta alle nostre domande e preoccupazioni. Vogliamo giustizia fatta per i miei nonni che, dopo 62 anni di vita insieme, meritano di passare gli ultimi momenti nella stessa scuola. Grazie per aver condiviso questo e per identificare chi ha bisogno di vedere questo messaggio per ottenere l'aiuto di cui abbiamo bisogno! "

la riunione

Dopo un po 'dalla pubblicazione del messaggio di Ashley, il sogno è finalmente diventato realtà e la coppia è stata in grado di incontrarsi di nuovo sotto lo stesso tetto.

Ashley ha pubblicato su Facebook il video della riunione emotiva dei suoi nonni, e ha ringraziato le autorità sanitarie per aver avvicinato Wolf e Anita, i media per aver aggiornato la loro situazione e tutti hanno discusso e condiviso la loro storia.

Il video mostra un momento molto emozionante in cui la coppia si è incontrata, un momento toccante che ha portato lacrime di gioia a tutti i presenti.

Wolf e Anita ora possono vivere sotto lo stesso tetto per gli anni a venire, e sono molto grati. Sentiti libero di condividere questa toccante storia con i tuoi amici!


Questo articolo è apparso per primo SALUTE PLUS MAGAZINE