Camerun: Nuove marce a Parigi contro il "dittatore" Paul Biya

[Social_share_button]

Quest'altra manifestazione pacifica organizzata sabato 23 di febbraio 2019, fa parte di una serie che mira a cambiare il regime di Yaoundé dagli anni 37.

Lo hanno rimandato indietro! Per la terza volta da quando le manifestazioni di massa che hanno portato alla saccheggio dell'Ambasciata del Camerun a Parigi nel gennaio 26 2019, migliaia di Cameroonians scesi per le strade della capitale francese il Sabato febbraio 23 2019 per chiedere la partenza del Il presidente Paul Biya al potere a Yaoundé dagli 37ans.

"Liberazione di Maurice Kamto e di tutti i prigionieri politici; Fermare la guerra nel nord-ovest e sud-ovest; No al sequestro elettorale "sono le richieste svelate dai manifestanti che si sono radunati da mezzogiorno al luogo del Trocadero.

Con alcuni giubbotti gialli al loro fianco, membri di un movimento di protesta in Francia, i manifestanti camerunesi hanno sventolato per ore, bandiere e cartelli verde-rosso-giallo per dire "No alla dittatura; Paul Biya è un pericolo per la pace e la democrazia ".

Attivisti dell'opposizione nel governo del Camerun anche ballato e cantato a gran voce di riprendere la canzone "Papa (Paul Biya, ndr) sei stanco, mi spiace andare a riposare" Long Long, artista camerunese impegnato.

Durante la manifestazione tenuta liberamente e senza incidenti, i manifestanti hanno anche invitato i paesi amici del Camerun, come la Francia, a reagire perché "37 anni di privazione delle libertà fondamentali, il popolo camerunese non può più" ha indicato uno dei cartelli indossati dai manifestanti.

Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/02/25/cameroun-nouvelles-marches-a-paris-contre-le-dictateur-paul-biya/