Camerun: Vicino a 1000 miliardi di FCFA spesi per importazioni di riso, pesce e molluschi tra 2015 e 2017

[Social_share_button]


Camerun: Vicino a 1000 miliardi di FCFA spesi per importazioni di riso, pesce e molluschi tra 2015 e 2017

(Investire in Camerun) - Camerun ha passato durante il periodo di 3 anni, da 2015 a 2017, un budget complessivo di 956,5 miliardi di franchi CFA alle importazioni di riso, pesce e frutti di mare, secondo i dati raccolti da il Ministero del commercio.

Il riso, da solo, ha inghiottito più della metà di questa busta, 508,5 miliardi di franchi CFA, contro 448 miliardi di franchi CFA per pesce e altri crostacei.

Calcolatrice in mano, le importazioni di riso, pesce e crostacei nel paese costano l'equivalente di quasi 20% del bilancio dello Stato del Camerun per l'anno 2019, equilibrato nelle entrate e nelle spese per la somma di poco più di 4850 miliardi di franchi CFA.

Meglio, 160 miliardi di franchi CFA speso in media ogni anno (181 miliardi nel 2015, contro rispettivamente 143,6 e 183,7 miliardi nel 2016 e 2017) da parte degli importatori di riso che operano in Camerun, ben oltre la 300 milioni di sovvenzione CFA assegnato ogni anno dallo stato per l'espansione dell'azienda e la modernizzazione del riso Yagoua (SEMRY), in modo che questa società pubblica può sopravvivere e garantire la produzione di riso appena tonnellate 100 000, superando la domanda di un cittadino a volte le 300 000 tonnellate all'anno.

Allo stesso tempo, questo paese ha presentato in diversi studi come risorse del suolo diverse attività di pesca, spesi in media 140 miliardi di franchi CFA all'anno (166 a 2015, contro 166,8 e 114,2 a 2016 e 2017) per importare pesce e crostacei , mentre questi prodotti abbondano sulle coste del Camerun, e sono generalmente pescati da stranieri.

Ad esempio, oltre ai pescherecci stranieri imbarcati di solito dalla marina nazionale, per attività di pesca illegali nelle acque del Camerun, il sequestro della diga di Lom Pangar, costruita nella regione orientale del paese, ha ha permesso l'installazione di oltre 5000 pescatori attorno al bacino idrico, di cui oltre il 80% di stranieri che alimentano i circuiti di alimentazione nei rispettivi paesi.

Lo stesso si osserva da anni intorno alla diga Lagdo nella regione settentrionale, dove, secondo le stime della delegazione regionale della pesca, bestiame e zootecnia, dirottati tra la Nigeria e 70 80% del produzione.

Brice R. Mbodiam

Leggi anche:

19-10-2018 - Sifoni della Nigeria tra 70 e 80% di pesce catturato sul fiume Bénoué nella regione settentrionale del Camerun

08-10-2018 - In Camerun, tra 2011 e 2016, la produzione ittica ha visto un aumento di tonnellate 80 000, secondo il Minepia

LEGGI DI PIÙ QUI