[Infografica] Libia: nuove rotte favorite dai migranti africani - JeuneAfrique.com

[Social_share_button]

Migranti dall'Africa sub-sahariana su una barca nel Mediterraneo, a marzo 2017. © Santi Palacios / AP / SIPA

Dalla caduta di Muammar Gheddafi, in 2011, il paese è diventato il principale punto di partenza per i migranti irregolari africani in Europa.

Un rapporto del Senato francese pubblicato su 2018 ha stimato 25% della quota dell'economia della migrazione nel PIL libico. Il paese è diventato il principale punto di partenza per i migranti africani in Europase vengono dal Maghreb, dall'Africa occidentale o dall'Africa orientale.

In 2004, dopo essersi avvicinato a diversi paesi dell'Unione europea, Muammar Gheddafi mette in atto una sorveglianza più rigorosa della migrazione da e verso il territorio libico. Tra 2003 e 2005, quasi 145 000 migranti sub-sahariani sono tornati nei loro paesi d'origine dalla Libia.

Ora sei connesso al tuo account Jeune Afrique, ma non sei abbonato a Jeune Afrique Digital

Questo articolo è solo abbonati


Abbonati da 7,99 €per accedere a tutti gli oggetti in un numero illimitato

Sei già un abbonato?

Hai bisogno di aiuto

I tuoi abbonati benefici

  1. 1. Accesso illimitato a tutti gli articoli sul sito e all'applicazione Jeuneafrique.com (iOs e Android)
  2. 2. Ricevi un'anteprima, 24 ore prima della pubblicazione, di ogni numero e fuori serie Jeune Afrique sull'app Jeune Afrique The Magazine (iOS e Android)
  3. 3. Ricevi la newsletter di risparmio giornaliero per gli abbonati
  4. 4. Goditi 2 anni di archivi Young Africa in edizione digitale
  5. 5. Abbonamento senza impegno di durata con l'offerta mensile tacitamente rinnovabile*

*Servizio disponibile solo per le iscrizioni aperte.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA