Human Rights Watch accusa il paese di intimidire i giornalisti che cercano di coprire i combattimenti contro gli islamisti nel nord del paese

[Social_share_button]

(Agenzia Ecofin) - In una dichiarazione rilasciata lo scorso febbraio, l'ONG Human Rights Watch ha accusato le autorità del Mozambico di intimidire i giornalisti che coprono i combattimenti contro un gruppo islamista nel nord del paese.

Dewa Mavhinga (foto), direttore di Human Rights Watch per l'Africa occidentale, ha dichiarato che i militari hanno segretamente detenuto per 13 giorni un giornalista che ha intervistato gli abitanti dei villaggi sfollati dagli insorti. "Da giugno 2018, il governo ha vietato a vari media e corrispondenti di visitare la zona, mentre l'esercito ha arrestato i giornalisti che erano riusciti a raggiungerlo o la polizia li ha arrestati per false accuse".lui completa.

Come promemoria, 30 di giugno 2018, i soldati hanno arrestato un giornalista dello Zimbabwe nella città di Pemba. Pochi giorni dopo, a un team della BBC Africa è stato negato l'accreditamento per lavorare nella provincia di Cabo Delgado.

Servan Ahougnon

Questo articolo è apparso per primo https://www.agenceecofin.com/medias/2502-64260-mozambique-human-rights-watch-reproche-au-pays-d-intimider-les-journalistes-qui-tentent-de-couvrir-les-combats-contre-les-islamistes-au-nord-du-pays