Questo ragazzino si suicida dopo essere stato molestato - SANTE PLUS MAG

[Social_share_button]

Questo ragazzino si suicida dopo essere stato molestato

Questo ragazzino si suicida dopo essere stato molestato

Andrew Leach aveva 12 anni. Era ancora un bambino, un bambino innocente che ha avuto tutta la sua vita prima di lui. Appena entrato nell'adolescenza, questo ragazzo che viveva in un mondo di disperazione urlante e sofferenza muta, decise di porre fine ad esso, non vedendo altra via d'uscita che uccidersi. La storia di Andrew, trasmessa dai nostri colleghi di huffingpost, è quello di milioni di adolescenti in tutto il mondo.

Le loro esperienze, le loro paure, le loro ansie e le loro storie sono simili. queste bambini muovere i primi passi nel mondo atroce in cui viviamo, un mondo senza pietà che non risparmia i più vulnerabili, un mondo che non perdona i deboli, un mondo che non tollera il più vergognoso dei suoi.

Andrew Leach, 12 anni, è morto perché era diverso

Nella sua lettera di suicidio, Andrew, uno studente della Southaven Middle School, nel Mississippi, disse che si stava uccidendo perché non ne poteva più. molestia vita quotidiana di cui è stato vittima. Il suo corpo è stato trovato nel garage della casa di famiglia dal fratello maggiore 16.

Questo ragazzino si suicida dopo essere stato molestato

Matt Leach, ha raccontato il padre del bambino New York Post : "Alla fine ha rivelato alla scuola che pensava di essere bisessuale. Penso che abbia davvero amplificato il bullismo che ha sofferto. " Scherno, violenza, intimidazione, esclusione, tale era la vita quotidiana del ragazzo. Secondo le dichiarazioni di suo padre: "I bambini gli hanno detto cose del genere: ti metteremo le mani addosso, non uscirai da questi bagni".

Tuttavia, la madre dell'adolescente assicura che il suo bambino aveva "un sorriso contagioso", che aveva la gioia di vivere e che era pronto ad aiutare in ogni occasione. Scioccata, Cheryl Hudson non capisce come sia riuscita a perdere il dolore di suo figlio, realizzando con sgomento la sua incredulità per il dolore di Andrew. Ha detto di essere "inconsapevole" di ciò che stava passando perché sembrava "sempre felice".

Questo ragazzino si suicida dopo essere stato molestato

Secondo i genitori del ragazzo, il bullismo era all'ordine del giorno nella sua scuola. Suoi compagni Lo chiamava sempre "grasso", "brutto", "inutile", e chiaramente non era il primo studente a cercare di porre fine alla sua vita dopo essere stato molestato alla Southaven Middle School.

La scuola si difese pubblicando una dichiarazione in cui dichiara di trattare tutti i rapporti di intimidazione con "la massima importanza": "Tutte le accuse di intimidazione sono trattate con la massima importanza. Invitiamo studenti e genitori a parlare con i funzionari della scuola non appena ci sia un problema con il bullismo. Tutti i reclami vengono accuratamente investigati e il gruppo di insegnanti è addestrato per intervenire in tali situazioni. Tutti i nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici di questo giovane studente. "

"La metà degli adolescenti del mondo sono vittime di violenze"

secondo un rapporto pubblicato daUnicef, metà dei bambini di tutto il mondo di età compresa tra 13 e 15 sarebbero vittime della violenza a scuola. In effetti, circa 150 milioni di bambini dichiara di essere stato maltrattato dai compagni di classe a scuola.

Le cifre pubblicate dall'Unicef ​​sono allarmanti per non dire altro:

· Quasi uno su tre studenti al mondo, di età compresa tra 13 e 15, è stato vittima di molestie e persino violenze fisiche.

· Studenti 3 su 10 nei paesi 39 ammesso di aver molestato i loro compagni di classe.

· Circa 720 milioni di bambini in età scolare vivono in paesi in cui vengono accettate punizioni e abusi.


Questo articolo è apparso per primo SALUTE PLUS MAGAZINE