Camerun: gli sfollati della crisi anglofona si riversano a nord

[Social_share_button]

Alcuni sono lì da quasi sei mesi.

È in tutte le regioni del Camerun che non si verificano violente crisi che gli abitanti delle aree di lingua inglese, vale a dire Nord-Ovest e Sud-Ovest, troveranno rifugio. Dopo le regioni Littoral e West i camerunensi dei partiti anglofoni stanno ora andando al nord dove sperano di trovare condizioni di vita migliori. Sono studenti, studenti, intraprendenti e in gran parte di marketing.

Nella città di Maroua, una delle nostre fonti riporta che alcuni di questi sfollati di lingua inglese agiscono come agenti commerciali che offrono prodotti manifatturieri e medicinali a prezzi promozionali. Perlustrano le case, i rinfreschi, gli uffici e i luoghi del grande raduno per proporre i loro prodotti. Alcuni hanno improvvisato come venditori ambulanti di carne macinata, succo di frutta o ferramenta nel corriere.

finora questi sfollati affermare di aver ricevuto una popolazione aborigena un caloroso benvenuto. Conoscendo anche la paura delle esazioni della setta terrorista Boko Haram. "Associamo lo stesso dolore e sperimentiamo le stesse tribolazioni. Siamo solidali con le loro sofferenze e dobbiamo dare loro la nostra ospitalitàLawanae Ndigay Baldena, la direttrice di un quartiere di Palar.

Dal redattore

Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/02/26/cameroun-des-deplaces-de-la-crise-anglophone-affluent-dans-le-septentrion/