Finanza verde: il Kenya offre un quadro per le obbligazioni verdi - JeuneAfrique.com

[Social_share_button]

Dopo il Sudafrica e la Nigeria, il Kenya è il paese 3e nell'Africa sub-sahariana per aprire la strada all'emissione di obbligazioni verdi. Due banche a Nairobi sono già in linea.

Cinque giorni dopo il Kenya ha dato un quadro per consentire alle sue società, elencate come non quotate a Nairobi Securities Exchange (NSE), per emettere obbligazioni verdi, l'agenzia Moody's ha accolto con favore questa decisione "che apre la strada a un aumento della finanza verde" e "crea opportunità per la crescita e la diversificazione per le banche".

L'agenzia di rating, che ricorda che "come gli altri paesi dell'Africa orientale, il Kenya è vulnerabile ai rischi ambientali, in particolare alla siccità", ritiene che le banche saranno in grado attraverso questi programmi "raccogliere fondi" con scadenze superiori a cinque anni ", a fronte di depositi correnti per lo più inferiori a un anno.

Un ruolo "importante, anche se di nicchia"

Secondo l'agenzia di rating, Nuru Mugambi, il direttore dell'Associazione dei banchieri kenioti, si riferiva al febbraio 20 "due banche" - che non nominò - che stavano già preparando lo spettacolo. obbligazioni verdi.

Questi dovranno essere approvati da un revisore indipendente, che dovrà certificare agli investitori, all'Autorità del mercato dei capitali (CMA) e, nel caso in cui le società emittenti siano quotate, all'NSE, che il problema rispetti gli standard del finanza verde. "Nei prossimi cinque anni e oltre, gli strumenti di finanza verde svolgeranno un ruolo importante, seppure di nicchia, nella crescita dei mercati dei capitali del Kenya, in linea con Dichiarazione di Marrakech, che ha chiesto di aumentare il flusso e il volume dei finanziamenti per i progetti sul clima ", ha detto Paul Muthaura, direttore esecutivo della CMA, citato in una dichiarazione del regolatore del Kenya.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA