Caldo, disabile e non ha paura di mostrarlo

[Social_share_button]

Brandy Lewis

Copyright dell'immagine
Brandy Lewis

Didascalia immagine

Brandy Lewis di Los Angeles è stato subito coinvolto in #DisabledPeopleAreHot

Senti già che ogni hashtag che pensi sia già stato utilizzato? In effetti, ce ne sono ancora alcuni che non sono ancora stati - e il canadese Andrew Gurza ne ha recentemente incontrato uno.

"L'ho messo su Twitter un giorno e ho notato che nessuno lo stava usando", dice. 19659007] "Ero tipo" Wow ", così ho corso e ho detto," OK, posso trasformarlo in qualcosa di veramente divertente. ""

Il suo hashtag? #DisabledPeopleAreHot

Gurza, che soffre di paralisi cerebrale, ha chiesto alle persone di pubblicare foto di se stessi "sentirsi sexy, sentirsi bene con se stessi, sentirsi felici e essere disabili". Le persone di tutto il mondo hanno preso selfie, alcune con ausili per la mobilità come sedie a rotelle o stampelle, altre con disabilità visibile. Poi lasciano che il mondo li veda e li goda al meglio.

Robert West entrato in azione con i suoi baffi artistici. "Un hashtag che promuove la visibilità delle persone con disabilità e la mia terribile vanità? Sono qui! "

Alexia Gil suddetto : "Una delle uniche foto in cui penso sia vero per il mio caso. Ci vado. "

Phillip B Turcotte tweeted la sua immagine con la didascalia: "Grazie a @andrewgurza per aver iniziato questo hashtag con la tendenza attuale e per avermi ispirato a pubblicare una foto in cui mi sento forte, potente ed eccitante."

Altri sono contenti che l'hashtag stia andando bene, ma si sentono un po 'troppo timidi per attaccare la propria foto.

Suswati Basu tweets: "Adoro questo hashtag. Non lo farò da solo, ma apprezzerò gli altri con il coraggio di farlo ".

Ascolta il podcast

La riproduzione multimediale non è supportata sul tuo dispositivo

didascalia dei media Perché l'hashtag #DisabledPeopleAreHot diventa improvvisamente virale?

Andrew Gurza dà BBC Ouch in un contagocce "merch", produrrà per l'hashtag e come è molto più di una semplice tendenza flash-in-the-pan.

Gurza dice che tweets come quello di Basu "dimostrano quanto capacitismo sia ancora interiorizzato nella nostra comunità e quanto siamo impauriti ad ammettere che ci è stato permesso di essere caldi".

"Questo hashtag è un modo per dire:" Non aver paura di sentirsi sexy ", ha detto.

Il capacitismo, a proposito, è il nome dato alla discriminazione che favorisce le persone disabili con disabilità.

Copyright della persona
Kiri Godfrey

Mr. Gurza gestisce il podcast settimanale di Disability After Dark, che tratta francamente di sessualità e disabilità.

Dice che le persone con disabilità si sentono indesiderabili, ma l'hashtag va oltre l'essere più positivo.

"Dice che le persone con disabilità hanno autorità sulla loro sessualità, sui loro corpi e su chi sono, e perché non dovremmo festeggiarlo?" Dice.

Khiarial ha tweettato "Volevo solo a saltare su questo hashtag perché ho letteralmente avuto un ragazzo che mi ha detto che sono troppo bello per essere in una sedia a rotelle e se non era la mia Comunque, eccomi a caldo, disabile e insensibile all'ignoranza. "

Immagine Copyright
Eileen Davidson

Se l'hashtag del signor Gurza ti suona familiare, alcuni altri hanno ottenuto un accordo simile.

C'erano #HotInAWheelchair e #DisabledPeopleAreCute, quindi come si differenzia?

"Penso che puoi essere carino e caldo, e puoi essere quello che vuoi essere", dice.

"Parlano della stessa cosa - vogliamo essere visti, e questi hashtag sono un modo per farlo e un modo per dire:" Ci sosteniamo tutti l'un l'altro ".

L'hashtag è stato un successo e poi? O è solo un altro lampo di social media in padella?

"Ricevo beni", dice Gurza. "Sto facendo magliette - perché voglio davvero dire che è una cosa, ne parliamo e ci divertiamo."

Per ulteriori informazioni sulle persone con disabilità, seguire BBC Ouch su Twitter et Facebook e iscriviti al podcast settimanale.

Questo articolo è apparso per primo https://www.bbc.co.uk/news/disability-47357622