Kenya Airways: nazionalizzazione totale in prospettiva? - YoungAfrica.com

[Social_share_button]

Dal salvataggio della compagnia aerea in 2018, lo stato keniota proprietario del 48,9% di Kenya Airways sta ora pensando a un modo per nazionalizzare completamente la compagnia.

Di fronte alla concorrenza dello Stato del Golfo e di altre compagnie aeree africane, le autorità keniane non escludono la piena nazionalizzazione di Kenya Airways.

Lo stato, che trasformato in maggio 2018 i debiti dell'azienda in partecipazioni, da quella data detiene il 48,9% del capitale della società, valutato a 448,7 milioni di euro, a fianco di Air France-KLM (7,8%), e gli investitori privati ​​- banche e società di noleggio di aeromobili - che li possiedono 38,1%.

Prestiti non pagati

"Questo non significa che la situazione debba rimanere invariata", ha detto il febbraio 26, Esther Koimett, segretario di stato responsabile dei trasporti, di fronte a una commissione parlamentare a Nairobi. "Possiamo trovare un modo per renderlo di proprietà del governo a 100%. "

La missione di questo comitato parlamentare è anche quella di pensare alla creazione di una joint venture per collegare la compagnia aerea a diversi operatori aeroportuali nazionali, al fine di ottimizzare la gestione dell'aeroporto di Nairobi.


>>> LEGGI: Kenya Airways, più progetti di joint venture


L'idea di questa nazionalizzazione è stata accolta favorevolmente, ma secondo il Segretario di Stato i principali ostacoli a questa nazionalizzazione sono ancora i prestiti non pagati, la cui compagnia sta ancora cercando di negoziare le scadenze.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA