Apple conoscerebbe il BUG del

[Social_share_button]

Vittima di un bug che ha colpito alcuni iPhone 7 durante un aggiornamento, un residente di Dilbeek non può più chiamare perché il microfono non funziona più. Apple sarebbe a conoscenza del bug ma si rifiuta di risarcire perché viene superata la garanzia di due anni.

Ci sono centinaia di milioni di iPhone in circolazione nel mondo. Alcuni "lotti" di alcuni modelli soffrono di piccoli bug, errori di produzione. L'elenco è lungo, le conseguenze più o meno gravi.

Oggi parliamo di un caso specifico, quello in cui Christophe, di Dilbeek nella periferia di Bruxelles, è stato vittima. All'improvviso, mentre ero al telefono con un amico, il mio microfono si è spento, " ci ha spiegato. Impossibile essere ascoltati "Ho riavviato il telefono, ho pensato che fosse solo un problema di comunicazione. Il riavvio è stato più lungo del solito, come se qualcosa fosse cambiato.

È stata l'ultima conversazione del nostro 38 anni sul suo 7 iPhone, "ricevuto a dicembre 2016 dal mio compagno".

Apple avrebbe riconosciuto il problema ... internamente

L'hai capito leggendo la data: lo smartphone di Christophe non è più in garanzia. Non è più realmente utilizzabile. "Il 3 / 4 del mio iPhone funziona ancora: tutte le applicazioni, SMS, ecc. Ma non appena voglio effettuare una chiamata, via telefono, tramite WhatsApp o Facetime, è impossibile. La comunicazione avviene per telefono, ma la persona non mi sente. Quindi le chiamate non funzionano, è la base".

Dopo la scoperta di questo fallimento, ha fatto una rapida ricerca su Internet. "Mi sono imbattuto in siti che hanno parlato esattamente di questo problema e ho detto che Apple l'aveva riconosciuto in un promemoria interno. Alcuni clienti, anche fuori garanzia, non hanno dovuto pagare per farsi riparare il dispositivo".

Questo è il sito americano ben informato MacRumors.com, che ha evocato in maggio 2018 una "nota interna" in cui Apple riconosce il problema del micro su alcuni iPhone 7, e i clienti hanno compensato. Problema relativo a un aggiornamento che ha causato il deragliamento del microfono.

Ahimè, poche settimane dopo, lo stesso preciso sito che Apple abbia deciso di non coprire più questo problema senza garanzia e che la nota interna sia stata rimossa dal database. La società americana di solito non commenta le notizie negative che la riguardano, quindi non abbiamo ricevuto alcuna risposta da parte di Apple Benelux.

"Mi è stato offerto solo uno scambio per un nuovo iPhone 7 per 350 €"

Questi articoli sono in mano, Christophe va al negozio ufficiale Apple in Belgio (l'unico, con sede a Bruxelles). "Il venditore mi dice che conosce il problema e che riguarda solo una serie di iPhone 7. Proverà persino il suo manager, che mi ha detto che ero davvero sfortunato, che non ero l'unico e che avevano portato i dischi all'altezza di Apple.".

Nessuna fortuna per Christophe, anzi: "Il mio telefono non è più in garanzia dai mesi 1". Non può pretendere che venga sostituito. Apple ha rispettato i regolamenti europei qualche tempo fa garantendo i suoi dispositivi per due anni, ma se sono due anni e un mese ...

Ripararlo? "Questo ovviamente non è possibile. Quindi mi è stato offerto solo uno scambio per un nuovo iPhone 7, per 350 € ". Il che non è davvero un buon affare e tutti ne hanno diritto in caso di scambio standard. L'iPhone 7 è stato rilasciato in autunno 2016, ricordalo.

"Apple, è finita"

Nell'impasse, Christophe, "fedele a iPhone e Apple dagli anni 10", Deciso di lasciare il segno alla mela. "Ho sbagliato: il problema è stato riconosciuto da Apple, che ha deciso di negarlo, anche se la garanzia è scaduta, dovrei avere diritto a un gesto commerciale. Ma ho solo delle scuse, sono grasso con quello!".

Invece di investire 350 € in un telefono di tre anni, ha optato per un marchio cinese noto sotto Android. "Sono felice".

Alcuni potrebbero essere tentati di parlare dell'obsolescenza programmata da Apple. Ricordiamo che la società americana è quella che può vantare di avere gli smartphone "più vecchi", i tablet e i computer attualmente in funzione. Molto può essere incolpato di Apple, ma difficilmente la sua volontà di trafficare i suoi dispositivi per spingerci a cambiare più velocemente.

Questo articolo è apparso per primo https://www.rtl.be/info/vous/temoignages/-je-l-ai-de-travers-christophe-abandonne-l-iphone-apres-qu-un-probleme-reconnu-par-apple-n-ait-pas-ete-assume-1099785.aspx