Monete: la F CFA all'assedio degli economisti maliani

[Social_share_button]

I professori di ricerca della Facoltà di Economia e Gestione di Bamako (Fseg) affermano che la F CFA non aiuta i paesi 15 nella zona. Essi denunciano l'atteggiamento della Repubblica francese, mantenendo il CFA, dice credono una moneta che sta bloccando lo sviluppo economico dei paesi della regione e il continente. Per uscirne, chiedono agli Stati una grande consultazione con gli intellettuali dei paesi membri.

Fousseyni Diallo (economista dello sviluppo presso la Facoltà di Economia e Management, Fseg):

"Il franco CFA è un problema per le economie africane, ma sulla questione dello sviluppo, non è il primo problema che dovrebbe essere affrontato perché lo sviluppo è solo il risultato del comportamento degli uomini. Per questo sono necessari uomini ben addestrati, responsabili e patriottici.

Il franco CFA dovrebbe semplicemente facilitare il processo di sviluppo, ma non è alla base. Molti pensano che i nostri paesi siano in ritardo a causa del CFA. No, anche se riusciamo a fare i nostri soldi, non saremo tra i continenti sviluppati nell'immediato futuro. Nello sviluppo, non c'è nulla di automatico; è costruito ed è con gli uomini. Il denaro è un problema secondario nello sviluppo. Abbiamo bisogno di risorse umane di qualità. Gli stati molto avanzati in termini di sviluppo non hanno necessariamente iniziato con la valuta, ma con la formazione di attori dello sviluppo. Invito i leader africani a concentrarsi sul capitale umano.

Il denaro è un'attività secondaria. L'Africa ha bisogno di capire che la vita è conflittuale. La natura umana è fatta in modo che quando sei in una squadra, c'è l'altra che vuole sempre avere il sopravvento. Per avere questo, si deve adottare una strategia diversa dall'altra. Questo è quello che sta facendo la Francia. Non voglio la Francia. È la sua strategia per dominare gli africani. Cosa stanno facendo gli africani per sfuggire a questo dominio? Non molto Il modo migliore è allenarsi. Se non formiamo, anche se abbandoniamo la F CFA, la Francia troverà altre strategie per sfruttarci meglio.

Lamine Kanté (manager e ricercatrice-insegnante di Fseg):

"Il franco CFA è un sostegno alla povertà in Mali e in Africa. Pertanto, richiede una forte cooperazione tra i paesi della zona per poter legalmente condividere le risorse del franco CFA. A quel tempo, potremmo aspettarci uno sviluppo sostenibile. Ciò che deve essere incolpato per il franco CFA è la regressione dei paesi della zona del franco, una regressione totale, anche sottosviluppo. Se i paesi della zona franc decidono di abbandonare il CFA, proporrò una moneta comune per l'intera area ".

Mouctar Traoré (ricercatore in economia e assistente temporaneo presso Fseg):

"Il franco CFA è un sistema di blocco dello sviluppo. Primo, deriva dal colonialismo. È neocolonialismo finanziario. Finché dipendiamo dalla Francia e dal franco FCFA senza la nostra valuta, saremo sempre i suoi schiavi. I paesi della zona del franco dovrebbero associarsi per abbandonare definitivamente questa valuta. Sicuramente affronteremo altre sfide. Anche se il franco CFA non ci soddisfa, ha dei vantaggi. Almeno, grazie a lui, c'è stabilità economica e di sicurezza. Questo è molto importante da sottolineare in un paese come il Mali. Finché un paese non è sicuro, ci saranno sempre dei fallimenti. I nostri paesi devono unirsi per trovare un terreno comune per uscire dal CFA. Tutti questi passi e riflessioni dovranno essere fatti con economisti e professori che hanno studiato in questo settore. Ma ci sono più svantaggi che vantaggi. Un paese non può mai svilupparsi senza la propria valuta. Che i capi di stato e gli economisti uniscano le forze per battere una moneta africana ".

Amadou Bamba (economista delle risorse umane e ricercatore-insegnante di Fseg):

"Il dibattito sul franco CFA è nelle notizie. Una cosa è certa, il franco CFA è ormai obsoleto perché tutto a suo tempo. Abbiamo avuto l'evoluzione del franco CFA. Abbiamo iniziato con i nostri risparmi, ma oggi scopriamo che si tratta di uno strumento inefficiente per la nostra economia.

L'abbandono del franco CFA non è solo un divertimento come pensano molte persone, si tratta semplicemente di cambiare un capo, no. Io non la penso così C'è un grande sforzo dietro. Ma, se ci uniamo, creeremo la nostra moneta e la sua difesa dovrebbe passare attraverso politiche molto dure e richiederà necessariamente la serietà di tutti. Se dobbiamo avere i nostri soldi, abbiamo bisogno di un'altra forma di gestione dei nostri stati, con un rigoroso rispetto per la democrazia ".

Intervistato da Hamissa Konaté

Fonte: l'attenzione

Articolo Monete: la F CFA all'assedio degli economisti maliani è apparso per la prima volta su Bamada.net.

Questo articolo è apparso per primo http://bamada.net/monnaies-le-f-cfa-au-crible-deconomistes-maliens