"Tra i principali fornitori di attrezzature per 5G, non esiste un'azienda americana"

[Social_share_button]

(Agenzia Ecofin) - Eric XU, presidente di turno di Huawei, ha scambiato con i media britannici 13 di febbraio 2019 sulle principali questioni del tempo del gruppo tecnologico. Ha difeso le verità della società su vari temi delicati come l'attuale battaglia con gli Stati Uniti, i sospetti di minare la rete elettronica che ha aiutato a implementare in vari paesi, o il futuro mercato del 5G.

PC Pro: tra la ricerca di base sulla comunicazione wireless e lo sviluppo di funzionalità orientate al cliente, in che modo Huawei diffonde l'investimento?

Huawei ha creato un sistema di gestione degli investimenti in ricerca e sviluppo simile ad altri sistemi del settore, ma leggermente diverso. Il team di gestione del portafoglio integrato (IPMT) sviluppa budget di investimento per lo sviluppo di funzionalità orientate alla domanda dei clienti, mentre il Team di gestione tecnologica integrata (ITMT) prende le decisioni per tecnologie innovative che guardano al futuro. ITMT ha deciso in 2009 di avviare i nostri sforzi di ricerca su 5G. Nel Regno Unito, abbiamo annunciato che Huawei investirà 600 milioni di dollari USA nella ricerca 5G. Anche fino ad oggi, la ricerca non è stata completamente completata.

Computer World: c'è un momento nella storia in cui l'idea di 5G è diventata strategica e quindi una strategia chiave per la società?

Non è grande come immaginavi. C'è una certa regola da seguire, un certo modello storico quando si guarda al settore delle comunicazioni mobili. Dopo 2G, ci saranno sicuramente 3G, 4G e 5G. Quello che sto pensando in questo momento è 6G. Una volta che i prodotti 4G sono già sul mercato, da un punto di vista scientifico, i nostri team sarebbero sicuramente interessati a 5G. A mio parere, tra 2028 e 2030, anche l'6G sarà ampiamente discusso come lo abbiamo fatto oggi rispetto a 5G.

The Daily Telegraph: Hai una risposta particolare alle osservazioni di Mike Pompeo sul ruolo che le compagnie cinesi possono svolgere nella distribuzione di 5G?

A mio avviso, le osservazioni del signor Pompeo sono solo un'altra indicazione che il governo degli Stati Uniti sta intraprendendo una campagna geopolitica ben coordinata ed elaborata contro Huawei. Si tratta fondamentalmente di utilizzare una macchina nazionale contro una piccola azienda come la nostra, piccola come un seme di sesamo. Huawei è una società che esiste dagli anni 30 e che serve più di 3 miliardi di persone nei paesi e nelle regioni 170. Che tipo di affari siamo veramente? Penso che i nostri clienti, i nostri partner e il miliardario 3 e più persone che serviamo abbiano un'ottima comprensione di ciò.

Financial Times: lei ha affermato che la sicurezza informatica è in parte legata alla politica o all'ideologia. Se il governo degli Stati Uniti ha le sue motivazioni politiche, come vedresti il ​​risultato finale, diciamo, tra cinque e dieci anni, nella misura in cui il mondo cibernetico e la comunità tecnologica sarebbero divisi in due, quello guidato dalla Cina, il altro dagli Stati Uniti.

La sicurezza informatica è di per sé un problema tecnico che richiede esperienza, ed è anche ciò su cui tutti gli scienziati e gli ingegneri di tutto il mondo stanno lavorando. In questo contesto, Huawei ha collaborato con diversi governi e partner industriali per mettere in atto standard concordati in modo che gli utenti possano applicarli per valutare il livello di sicurezza del prodotto.

Recentemente, abbiamo visto la stretta connessione tra 5G e la sicurezza informatica, e penso che le persone abbiano familiarità con le fonti di questo matrimonio. In realtà, tra i principali fornitori di apparecchiature per 5G, troverai Nokia, Ericsson, Huawei, Samsung e ZTE, eppure, come puoi vedere, non esiste un'azienda americana qui. La Cina e l'Europa hanno lavorato insieme per cercare di stabilire uno standard globale unificato per 5G o le future comunicazioni mobili, per ridurre i costi complessivi e migliorare il ritorno sull'investimento per tutti gli attori in questo settore.

Grazie agli sforzi congiunti dell'industria, è finalmente emerso lo standard globale unificato per 5G. Ciò significa che tutti i giocatori possono seguire questo standard quando sviluppano prodotti correlati a 5G.

31080 in 1 Telecom Huawei Tra i principali fornitori di apparecchiature per 5G non esiste un'azienda americana

La Cina e l'Europa hanno lavorato insieme per provare a mettere in atto uno standard globale unificato per 5G.

Ma ora, alcuni politici hanno trasformato l'5G o la sicurezza informatica in discussioni politiche o ideologiche, che, secondo me, non sono praticabili. Naturalmente, diversi paesi hanno certamente il diritto, date le loro specificità, di scegliere i fornitori giusti che si adattano a loro quando implementano le loro reti.

New Statesman: Politico ha riferito durante il fine settimana che Donald Trump stava considerando l'approvazione di un decreto che vieta l'equipaggiamento di Huawei negli Stati Uniti. Vorrei la tua opinione sull'impatto che avrebbe su Huawei.

Prima di tutto, vorrei sottolineare che l'attrezzatura di Huawei non è praticamente presente sul mercato americano. Storicamente, le apparecchiature 4G di Huawei sono state utilizzate da vettori rurali negli Stati Uniti, aiutando gli operatori statunitensi a fornire servizi di comunicazione mobile a persone che vivono in aree rurali remote. Ho visto queste notizie sulla stampa che lei ha menzionato, ma indipendentemente dal risultato, penso che non avrebbe un impatto significativo sul business di Huawei. Perché, come ho detto prima, non abbiamo praticamente nessuna presenza commerciale negli Stati Uniti e non intendiamo aumentare la nostra visibilità in questo mercato in futuro.

PA: Per quanto riguarda il Regno Unito, alla fine dello scorso anno, sia il presidente di MI6 che il ministro della Difesa hanno fatto vaghi suggerimenti di non essere sicuri della sicurezza. da Huawei.

Innanzitutto, il governo britannico è sempre stato preoccupato per la sicurezza delle apparecchiature Huawei. Questa è la ragione per cui Huawei sta lavorando con il governo del Regno Unito per istituire l'HCSEC (Cybersecurity Assessment Center) per creare la partnership per la sicurezza. È quindi un modello di cooperazione aperta per affrontare le preoccupazioni relative alle apparecchiature Huawei installate nelle reti del Regno Unito.

Computer World: trovo interessante che Huawei abbia buoni rapporti storici con due membri di Five Eyes, tra cui Canada e Regno Unito. Quindi sono curioso di poter dire qualcosa in più sulla relazione tra Huawei e le agenzie di intelligence Five Eyes.

Non sono molto chiaro sulla collaborazione di Huawei con le agenzie di intelligence del Gruppo dei Cinque, ma sono a conoscenza della collaborazione di Huawei con GCHQ nel Regno Unito, che è una collaborazione costruttiva. Non è solo si o no. Al contrario, si basa sulle rispettive priorità mentre lavoriamo insieme per trovare soluzioni tecniche e normative in modo che la partnership possa continuare.

Financial Times: Huawei fornisce solo stazioni base nel Regno Unito. Essenzialmente, c'è la crittografia dei dati trasmessi dai dispositivi dell'utente alle stazioni base. Queste informazioni vengono decodificate mentre vengono trasmesse dalle stazioni di base ad altre reti IP?

Per quanto riguarda la crittografia o la decifrazione, è l'attività degli operatori o dei governi delle telecomunicazioni.

Orari finanziari: la crittografia è stata eseguita con la tua attrezzatura?

Le chiavi di crittografia non sono certamente disponibili per Huawei. Sono nelle mani dei governi.

Alcune persone potrebbero chiedersi perché Huawei avrebbe bisogno di 3-5 anni per rafforzare le sue capacità di ingegneria del software. Perché un ulteriore investimento di 2 miliardi di dollari USA?

Al momento abbiamo implementato l'HCSEC con il governo del Regno Unito, principalmente per rispondere alle preoccupazioni del governo britannico circa la possibilità che i prodotti Huawei fossero backdoor. Abbiamo quindi inoltrato il nostro codice sorgente a HCSEC, che è stato verificato dai cittadini britannici con l'autorizzazione DV. Hanno guardato il codice sorgente e non hanno trovato nessuna porta sul retro dei nostri prodotti. Questo era il nostro obiettivo iniziale.

Dopo aver risolto questo problema, HCSEC ha quindi voluto esaminare i prodotti Huawei per valutare la loro capacità di proteggersi dagli attacchi, dalla penetrazione e da altre potenziali minacce. Abbiamo impiegato otto anni a migliorare le capacità di difesa dei prodotti Huawei contro possibili attacchi e penetrazioni. Grazie a otto anni di sforzi diligenti, Huawei è oggi la più potente in questo settore, e questo non è il nostro modo di dire. Questa affermazione si basa infatti sulla valutazione e l'indagine condotta da una società statunitense Cigital.

Abbiamo quindi ampliato le aree della nostra collaborazione con il Regno Unito. In altre parole, non è più limitato al risultato, ma è anche per valutare l'alta qualità e l'affidabilità del processo di sviluppo del prodotto.

New Statesman Tech: puoi stimare il costo di una completa riscrittura del tuo codice base?

Stiamo ora lavorando al piano di alto livello per l'intera agenda di trasformazione. La stima non è ancora finita, non appena lo sappiamo, ti terremo informato. E per quanto riguarda il nostro calendario, speriamo che il piano di alto livello sarà completato entro la fine di marzo.

Financial Times: lei ha affermato che l'Asia è un mercato molto importante per Huawei dal punto di vista di 5G e che il mercato europeo non è molto maturo in questo settore. Puoi quindi darci un'idea dei paesi asiatici che adotteranno davvero 5G in un modo molto ampio? E quale quota di mercato contribuirà al business 5G di Huawei?

Per me, ci sono tre tipi di mercati di adozione 5G.

Il primo tipo riguarda i mercati ad alta domanda per 5G, tra cui Cina, Giappone, Corea del Sud e alcuni paesi del GCC. Il secondo tipo si riferisce ai paesi sviluppati in Europa, così come negli Stati Uniti. La domanda di 5G non è attualmente molto forte in questi paesi e anche l'implementazione di 4G non è intensa.

31080 in 2 Telecom Huawei Tra i principali fornitori di apparecchiature per 5G non esiste un'azienda americana

Shenzhen R & D Center di Shenzhen.

Conoscete il numero di stazioni base in Francia e quello della città di Shenzhen? Tutte le stazioni base 4G in Francia sono meno numerose di quelle utilizzate da China Mobile Shenzhen.

Il terzo tipo si riferisce principalmente ai paesi in via di sviluppo, dove non vediamo alcuna domanda reale per 5G in questa fase. I profitti di Huawei da 5G nei prossimi anni arriveranno principalmente dal primo tipo di mercati e il secondo tipo contribuirà solo in minima parte.

Questo articolo è apparso per primo https://www.agenceecofin.com/operateur/2602-64262-huawei-parmi-les-principaux-fournisseurs-d-equipement-pour-la-5g-il-n-y-a-pas-de-societe-americaine