Papa Francesco visita il Marocco: quando il Santo Padre incontra il Comandante - JeuneAfrique.com

[Social_share_button]

Dopo Giovanni Paolo II in 1985, Francesco è il secondo papa a visitare il Marocco. Si fermerà a Rabat e Casablanca. © RAUL ARBOLEDA / AFP

Il Santo Padre visiterà il regno alla fine di marzo su invito del re Mohammed VI e dei vescovi locali. Al centro delle discussioni: il dialogo con l'Islam e la questione della migrazione.

Il lavoro di diplomatico mobilita più o meno le stesse competenze in tutti i paesi: se i file cambiano, le principali regole delle relazioni bilaterali variano poco da uno stato all'altro. Ma per rappresentare il comandante dei credenti per la Santa Sede è un'altra questione. "In Vaticano, l'ambasciatore del Marocco a seguito delle relazioni bilaterali, naturalmente, ma ha anche un po 'di voce del mondo arabo-musulmano", ha detto Abdelouahab Maalmi, ambasciatore del Marocco in Vaticano e tra i 1997 2002.

Ora sei connesso al tuo account Jeune Afrique, ma non sei abbonato a Jeune Afrique Digital

Questo articolo è solo abbonati


Abbonati da 7,99 €per accedere a tutti gli oggetti in un numero illimitato

Sei già un abbonato?

Hai bisogno di aiuto

I tuoi abbonati benefici

  1. 1. Accesso illimitato a tutti gli articoli sul sito e all'applicazione Jeuneafrique.com (iOs e Android)
  2. 2. Ricevi un'anteprima, 24 ore prima della pubblicazione, di ogni numero e fuori serie Jeune Afrique sull'app Jeune Afrique The Magazine (iOS e Android)
  3. 3. Ricevi la newsletter di risparmio giornaliero per gli abbonati
  4. 4. Goditi 2 anni di archivi Young Africa in edizione digitale
  5. 5. Abbonamento senza impegno di durata con l'offerta mensile tacitamente rinnovabile*

*Servizio disponibile solo per le iscrizioni aperte.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA