Camerun: la MRC senza notizie da Michelle Ndoki

[Social_share_button]

L'attivista del Mrc è stato arrestato martedì nella località di confine di Idenau, in Nigeria. In seguito è stata trasferita a Yaoundé per essere trattenuta in custodia di polizia.

Il movimento per il Rinascimento del Camerun (Mrc) sta cercando le orme dell'avvocato Michelle Ndoki. Il terzo vicepresidente del partito, Emmanuel Simh, è andato questo mercoledì mattina alla direzione della polizia giudiziaria, a Elig-essono, dove è stata ricevuta la scorsa notte per informarsi sulla sua situazione. È uscito senza alcuna informazione. Non gli è stato dato il permesso di vedere la sfortunata ragazza. Anche il luogo di detenzione di Michelle Ndoki non è stato divulgato.

Martedì mattina Michelle Ndoki è stata arrestata a Idenau (Dipartimento di Fako, Regione Sud-Ovest) mentre si stava preparando, le era stato detto, a decollare in Nigeria. Il vicepresidente responsabile dell'organizzazione delle donne del Mrc, Michelle Ndoki, non aveva fatto la sua comparsa in pubblico dopo le marce vietate di 26 di gennaio a Yaoundé, Douala e Bafoussam.

Leggi anche: Camerun: l'opposizione muore dopo le elezioni presidenziali
Le manifestazioni sono state segnate da violenze e Michelle Ndoki, come altri due militanti, è stata ferita da pallottole bianche della polizia. È stata vista per l'ultima volta su un canale televisivo straniero dove ha espresso i suoi timori di essere arrestata. I dirigenti di Mrc hanno detto che Michelle Ndoki è stata costretta a nascondersi per il trattamento.

Michelle Ndoki è diventata una delle figure di spicco del Mrc nel quadro delle elezioni presidenziali in Camerunense di 7 lo scorso ottobre. Se il pubblico ha avuto l'opportunità di scoprirlo durante i dibattiti politici durante la campagna elettorale, è soprattutto il suo attivismo durante il contenzioso dinanzi al Consiglio costituzionale che ne avrà parlato. Michelle Ndoki ha partecipato attivamente al concorso Mrc contro la vittoria del presidente Paul Biya alle urne.

È stata arrestata lo scorso novembre 4 e tenuta in custodia, per diverse ore, per aver guidato una marcia pacifica proibita nella città di Douala. Circa quaranta persone erano state arrestate con lei.

Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/02/27/cameroun-le-mrc-sans-nouvelles-de-michelle-ndoki/