India: il governo ha ordinato agli aerodromi del Nord di rifornirsi di carburante sei giorni prima dell'attacco IAF | Notizie dall'India

[Social_share_button]

NUOVA DELHI: Le compagnie petrolifere statali sono state invitate a rifornirsi di carburante negli aerodromi e nei depositi di stoccaggio nel nord sei giorni prima dell'attacco aereo in un campo terroristico all'interno del paese. in Pakistan mentre una catena di petroliere 500 si sta dirigendo verso la regione del Kashmir, trasportando giacenze che includono carburanti e cherosene.

"Mentre parliamo, una trentina di petroliere ha attraversato il tunnel di Banihal per raggiungere la valle. La strada che collega Jammu-Srinagar è stata riaperta oggi dopo essere stata bloccata da una valanga per diversi giorni. Tutti gli aeroporti civili e militari del nord e dell'ovest, che si affacciano sul confine pakistano, dispongono di una scorta completa di carburanti per l'aviazione ", ha dichiarato mercoledì a TOI un alto funzionario del governo.

Una grande quantità di carburante e una catena di fornitura ininterrotta sono fondamentali per la velocità e la capacità di recupero di una macchina militare. L'approvvigionamento di carburante nel Nord è sempre stato di importanza strategica in quanto ospita alcune delle regioni più ostili del paese e condivide due confini: Pakistan e Cina. L'attuale tensione tra India e Pakistan ha aggiunto un senso di urgenza al problema.

Pertanto, hanno detto le autorità, le compagnie petrolifere hanno mantenuto i livelli di stoccaggio del combustibile per le forze armate, sebbene le forniture civili siano state razionate a causa di perodiche perturbazioni nella catena di approvvigionamento del Jammu e acquisti di panico.

Le valanghe causate da forti nevicate e frane interrompono periodicamente il traffico sulla strada Jammu-Srinagar. E 'l'unica strada di collegamento del Kashmir con il resto del paese, l'altro collegamento attraverso Himachal Pradesh e Leh-Kargil rimanendo sepolto sotto 25 a 30 piedi di neve in questo periodo dell'anno.

Anche la regione del Ladakh è rimasta chiusa, ma le scorte di combustibile e carburante necessarie sono state create in estate quando sono aperti i collegamenti stradali che collegano Kargil, Srinagar e Himachal Pradesh. "C'è abbastanza carburante nelle strutture di stoccaggio del Ladakh. I tamburi possono anche essere trasportati rapidamente per via aerea ", ha detto il funzionario.

IndianOil, il più grande raffinatore di petrolio e distributore di carburante in India, ha impianti di stoccaggio a Kargil, Leh e Nyoma, nel Ladakh orientale. Inoltre, le forze di difesa hanno depositi. Queste installazioni sono soddisfatte grazie ad un'unica operazione di manutenzione, più importante del ponte aereo di Berlino. Ogni anno, a metà maggio, una catena di serbatoi 1 000 si sposta quotidianamente dai punti di rifornimento situati nel Punjab e nell'Haryana. Questo dura fino alla fine di ottobre, quando i passaggi iniziano a congelare.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su I TEMPI DELL'INDIA