Negli Stati Uniti, il lago Erie ha ora il diritto legale di "esistere e prosperare naturalmente"

[Social_share_button]

Negli Stati Uniti, il lago Erie ha ora il diritto legale di "esistere e prosperare naturalmente"

Al lago Erie, l'agosto 3 2014.
Al lago Erie, l'agosto 3 2014. AP / Haraz N. Ghanbari

In estate, dallo spazio, grandi porzioni del lago Erie assumono tinte fluorescenti. Questo non è un segnale particolarmente buono. Dei cinque grandi laghi del Nord America, è il più piccolo, il più superficiale e il più caldo. Le sue coste ospitano 13,5 milioni di persone sparse per il Canada e gli Stati Uniti, rendendolo il bacino più popolato dei Grandi Laghi. Soprattutto, è particolarmente vulnerabile alla proliferazione delle alghe blu-verdi.

La salute di questo lago è il cuore delle preoccupazioni degli abitanti della Grande Toledo, Ohio (abitanti 600 000) nel nord-ovest degli Stati Uniti, in particolare inciso queste alghe. Febbraio 26, sono stati chiamati a votare in un referendum locale su a Carta dei diritti di Lake Erie.

Hanno votato 61,37% a favore del progetto per dare al lago il diritto legale "Esistere, prosperare e evolvere naturalmente". Oltre al suo significato simbolico, questo referendum ha un significato giuridico: dando diritti legali per il lago, la gente di Toledo possono intraprendere azioni legali contro gli inquinatori in nome del lago. Un progetto portato da Toledoans per acqua sicura, un gruppo di residenti sostenuti dal Fondo comunitario di difesa legale ambientale (CELDF). Per quindici anni, questa ONG ha assistito le municipalità e le comunità interessate a difendere il proprio ambiente - come, ad esempio, gli indiani Ojibwa della White Earth Reserve, che ha dato lo status di riso selvatico per proteggerlo da un progetto di oleodotto.

"Fiori d'acqua" pericolosi

Anno dopo anno, il popolo di Toledo e gli abitanti del lago sono in uno stato di deterioramento. In 2014, l'inquinamento ha reso l'acqua della città inadatta al consumo per tre giorni, interessando gli abitanti di 500 000, riferisce il Custode.

"Per un decennio, alghe blu-verdi - noto anche come "cianobatteri" - sviluppare, soprattutto in estate, nei fiumi e nei corpi d'acqua dolce. Quando diventano molto abbondanti, formano fiori d'acqua, che possono estendersi in parte o nella totalità di un corpo idrico., scrivi il Autorità canadesiinoltre affrontano il problema. Queste alghe crescono principalmente grazie al fosforo derivante dall'inquinamento urbano e rurale (deflusso di fertilizzanti e letame), specificare Autorità dell'Ontario.

L'acqua assume quindi un colore verde e la sua consistenza diventa simile a quella della zuppa di broccoli o vernice. Feccia può anche apparire sulla superficie dell'acqua contaminata. Questo è di solito quando cominciamo a vedere questa schiuma che le alghe diventano nocive per la salute: possono causare neurologiche, gastrointestinali, dermatologici ... o anche essere fatale.

I Whanganui e il Gange, entità legali

Questo desiderio di riconoscere i diritti della natura non è nuovo. Nel caso Sierra contro Morton in 1972, William O. Morton, Giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti, ha sostenuto, senza convincere, al momento, che la natura deve avere persona giuridica di citare in giudizio per il suo propria protezione Da allora, gli sforzi sono stati moltiplicati negli Stati Uniti e altrove per dimostrare che le leggi esistenti sono insufficienti per proteggere la natura dal danno ambientale.

Quindi, il fiume Whanganui, in Nuova Zelanda, è stato concesso questo status di persona giuridica. I suoi interessi saranno difesi da due rappresentanti, uno dei Maori e l'altro del governo. In India, il Gange e uno dei suoi affluenti, gli Yamuna hanno la stessa qualità. Qualsiasi cittadino sarà in grado di far valere i propri diritti in tribunale.

"Trenta città negli Stati Uniti hanno già approvato leggi a favore dei diritti della natura da 2006spiega Valérie Cabanes, avvocato di diritto internazionale, specializzata in diritti umani e diritto umanitario. La costituzione dell'Ohio garantisce, ad esempio, agli abitanti dello stato il diritto di proporre modifiche alle carte delle città e dei villaggi. Ad esempio, un Lake Erie Rights Act è stato redatto e può essere sottoposto al voto degli Elettori di Toledo. " Colorado, New Hampshire, Oregon e Ohio stanno esplorando la possibilità di riconoscere i diritti della natura a livello costituzionale, aggiunge.

Testo combattuto su più fronti

I residenti della città e i funzionari eletti sono convinti che la risoluzione sarà approvata, ma sono anche consapevoli che sarà contestata in tribunale. Come riconosciuto Joshua Hughes, membro (democratico) dell'ufficio elettorale della contea di Lucas (Toledo), sul giornale Toledo Blade lei è "Incostituzionale e inapplicabile".

in New York TimesYvonne Lesicko, un funzionario del sindacato agricolo dell'Ohio, ammette che l'agricoltura è uno dei responsabili dei problemi del lago, così come i campi da golf. Aggiunge che gli sforzi della professione impiegheranno anni per produrre risultati. Ma lei teme che questo testo apra la strada a molte procedure contro gli agricoltori. "Gli oppositori di questa proposta sono gli inquinatori industriali e i funzionari eletti che sono supportati da questi inquinatori. L'agricoltura industriale nell'Ohio nordoccidentale si oppone a questa misura, così come la Camera di commercio "., osserva Tish O'Dell, capo del CELDF per l'Ohio.

La scorsa settimana, i residenti dei sondaggi hanno iniziato a essere calpestati sui social network e sulle stazioni radio. spot avversari del progetto, raggruppati nella coalizione di posti di lavoro e crescita di Toledo. "Una società di marketing Columbus è dietro la manovra », aggiunge Tish O'Dell. Questi pubblico Partners Group Strategic, una società di comunicazione che ha rappresentato le aziende come American Chemistry Consiglio, Coca-Cola, FedEx, Bank of America, Ford Motor e la National Football League (football americano), noto per la sua parte il Toledo Blade.

Evolvere il sistema

"Viviamo in un sistema che vede la natura come una proprietà, di proprietà di persone e imprese, come un insieme di risorse che possono essere sfruttate. Questa visione della natura ha portato all'attuale crisi ecologica. Abbiamo bisogno di un cambio di paradigma, considerando la natura come entità viventi da cui dipendiamo tutti », riassume Tish O'Dell.

L'attivista ritiene necessario presentare e adottare questo testo. "Gli abitanti hanno due opzioni: accettare la situazione attuale e guardare il lago morire davanti ai loro occhi; o votare ed essere in grado di perseguire a nome del lago. Naturalmente, se il testo è adottato, nessuno sa cosa decideranno i tribunali; né sapevamo come si sarebbero evolute le leggi, nel campo del riconoscimento dei diritti delle donne, poi dei diritti civili e dei diritti LGBTQ. O accettiamo le cose come sono o le mettiamo in discussione. "

Leggi l'intervista con Valérie Cabanes: "Riconoscere la natura come soggetto di diritto"

Pierre Bouvier

Questo articolo è apparso per primo https://www.lemonde.fr/planete/article/2019/02/22/les-habitants-de-toledo-dans-l-ohio-appeles-a-donner-un-statut-juridique-au-lac-erie-pour-sa-survie_5426743_3244.html?xtmc=etats_unis&xtcr=2