L'Aia porta a 14% la sua partecipazione in Air France-KLM, vicino a quella di Parigi

[Social_share_button]

Il giorno prima, lo stato olandese aveva già fatto un'incursione inaspettata, annunciando una partecipazione di 12,68% nel gruppo aereo, per una somma di 680 milioni di euro.

Pubblicato oggi su 21h12, aggiornato su 21h21

Tempo di Lettura 2 min.

L'annuncio, anche se atteso, potrebbe ulteriormente esacerbare la relazione tra Olanda e Francia. L'Aja ha annunciato lo scorso mercoledì 27 di aver aumentato a 14% la propria partecipazione nella capitale del gruppo aereo Air France-KLM. La sua quota è ora valutata a 744 milioni di euro, ha detto il governo olandese in una nota, aggiungendo che «La transazione di riacquisto di azioni di Air France-KLM è stata completata».

Il giorno prima, lo stato olandese aveva già fatto un'incursione inaspettata, annunciando una partecipazione di 12,68% nel gruppo aereo. "Con questa acquisizione, il governo olandese vuole essere in grado di influenzare direttamente lo sviluppo futuro di Air France-KLM per garantire il miglior interesse pubblico possibile nei Paesi Bassi"ha detto Wopke Hoekstra, il ministro delle finanze olandese.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche L'ascesa dei Paesi Bassi nella capitale di Air France-KLM: "Lo stato francese, irrigatore irrigato"

Richiesta di chiarimenti

Un'acquisizione volta a rafforzare l'influenza dei Paesi Bassi in Air France-KLM, che ha richiesto la stupefazione in Francia. Assicurare quella Parigi "Non è stato informato di questa decisione e della sua attuazione", Il presidente Emmanuel Macron ha invitato i Paesi Bassi a "Chiarire" le loro intenzioni, credendo che "Ciò che conta è che l'interesse della società sia preservato".

Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, riceverà la sua controparte olandese alla fine della settimana, secondo Parigi. Il sindaco ha già criticato a "Decisione incomprensibile e inaspettata", credendo questo "In un ambiente estremamente competitivo"l'obiettivo era «Rimanere lo stesso per i Paesi Bassi come per la Francia: il rafforzamento di Air France-KLM». Secondo il quotidiano Da VolskrantIl primo ministro olandese Mark Rutte ha avvertito personalmente il presidente Emmanuel Macron, mentre il ministro delle finanze Wopke Hoekstra ha chiamato Le Mayor, ma una volta concluso l'accordo.

Leggi anche Air France-KLM: Macron chiede ai Paesi Bassi di "chiarire" le loro intenzioni

Questa acquisizione di partecipazione è una sorpresa. Lei interviene dopo gli attriti il futuro del capo di KLM, Pieter Elbers, che il consiglio di amministrazione del gruppo Air France-KLM ha finalmente proposto di riconfermare l'19 di febbraio.

409 milioni di euro di profitti

I leader della sezione olandese del gruppo avevano manifestato, all'inizio di febbraio, la loro preoccupazione per il mancato rinnovo del mandato del loro capo in aprile e avevano avvertito che lo staff avrebbe potuto colpire. La transazione segue anche a serie di conflitti sociali ad Air France in 2018.

Air France-KLM ha annunciato, il 20 di febbraio, un utile netto di 409 milioni di euro in 2018, più del doppio dell'anno precedente (163 milioni), dicendo di mostrare un "Buona resistenza" nonostante gli scioperi e l'aumento della bolletta del carburante.

Air France e KLM si sono fuse in 2004, ma le due società continuano a operare in modo ampiamente indipendente; la filiale francese è stata scossa dai movimenti sociali negli ultimi anni.

Questo articolo è apparso per primo https://www.lemonde.fr/economie/article/2019/02/27/la-haye-porte-a-14-sa-part-dans-air-france-klm-proche-de-la-part-de-paris_5429184_3234.html?xtmc=france&xtcr=1