La Federazione regionale d'Europa si fa avanti e chiede l'intervento della comunità internazionale

[Social_share_button]

In una dichiarazione rilasciata a febbraio 27 2018, il segretario della Federazione del Movimento per la Rinascita del Camerun (MRC) per l'Europa Djoko Henry, chiamato una "risposta forte" da parte della comunità internazionale per porre fine alla "arresti arbitrari "ed i militanti e leader del imprigionati in Camerun per evitare un'altra crisi.

Camerunesi nella diaspora durante le proteste contro Yaoundé - (c) DR

"Regionale Federazione MRC Europa si appella con forza alla comunità internazionale di una reazione forte per porre fine a queste deviazioni pericolose che possono immergersi Camerun in un altro conflitto drammatico per tutti i suoi abitanti", dice la filiale europea del partito di Maurice Kamto .

Ha attirato l'attenzione della comunità internazionale a "la privazione arbitraria della libertà individuali" dei leader di RCM, una campagna, ha detto, "l'intimidazione e di appello per l'odio tribale orchestrato dai poteri che essere a Yaounde, a alcuni componenti etniche della comunità nazionale camerunense "e" arresti repressive e discriminatorie all'ingresso e all'uscita degli aeroporti internazionali in Camerun ".

Per Federazione MRC-europeo "queste pratiche altamente discriminatorie perpetrate dagli agenti di controllo alle frontiere che agiscono sotto gli ordini da Yaounde a costituire un grave ostacolo alla libera circolazione delle persone e una violazione fondamentale dei diritti umani" e deve generare interesse.

Come promemoria, quasi attivisti 200 e leader tra cui Maurice Kamto il musicista Valsero, Penda Ekoka Albert Nzongang Paul Eric Kingue (...) che è uscito al secondo posto nelle elezioni presidenziali di ottobre 07 2018 ufficialmente vinto da Paul Biya, rimangono in carcere a Yaoundé, in condizioni disumane giudicati dai loro avvocati e amici. Sono stati arrestati in tutto il paese dopo le manifestazioni pacifiche ultima 26 gennaio contro il potere di Yaoundé per denunciare brogli elettorali, uccisioni nel contesto della crisi inglese e appropriazione indebita dell'organizzazione sono legati al CAN Camerun.

Questi arresti continuano, con l'arresto di diversi camerunesi in Europa negli aeroporti Camerun e appena ancora una volta, l'arresto a febbraio 26 Michèle Ndoki.

Di seguito, il comunicato stampa:

comunicato stampa 1

Dopo il rilascio

Questo articolo è apparso per primo https://www.lebledparle.com/actu/politique/1106829-affaire-mrc-la-federation-regionale-d-europe-monte-au-creneau-et-appelle-une-intervention-de-la-communaute-internationale