Michèle Ndoki "Fermati, ma invisibili. Secondo Emmanuel Simh

[Social_share_button]

Secondo il secondo vicepresidente del Movimento per il Rinascimento del Camerun (MRC) che ha detto questo 27 febbraio 2019 febbraio alla Polizia giudiziaria di Yaoundé per indagare sulla situazione di Me Michele Ndoki la cui porta di Maurice Kamto ha confermato l'arresto di ieri, non è accessibile e il suo luogo di detenzione rimane sconosciuto.

Michèle Ndoki - acquisizione video

"Torno dalla direzione della polizia giudiziaria di Yaoundé. Il direttore mi conferma che mia sorella e il mio compagno sono stati arrestati e messi in custodia la scorsa notte. Senza specificare né le circostanze né i motivi. Alla mia richiesta di incontrarla, mi è stato detto che al momento non è possibile. Anche il luogo della sua custodia non mi è stato indicato. ", Riferisce Emmanuel Simh questo mezzogiorno.

Durante la giornata di ieri si sono verificate delle voci sull'arresto del capo dell'MRC nella regione del Littoral. La conferma è stata fatta più tardi la sera di Olivier Bibou nissack che disse di non avere ulteriori informazioni.

Dal suo ferimento da arma da fuoco agli eventi 26 dello scorso gennaio, l'avvocato ha vissuto in un nascondiglio. In un'intervista con una stazione televisiva francese, ha detto che si era chinata per guarire le sue ferite, per paura che peggiorassero in prigione nel caso fosse stata arrestata dalle Forze. sicurezza ha detto che sapeva alle sue calcagna.

Questo articolo è apparso per primo https://www.lebledparle.com/actu/politique/1106831-yaounde-me-michele-ndoki-arretee-mais-invisible-selon-emmanuel-simh