First Private Moon Mission, finanziata da fondi privati ​​da uno strano problema IT nello spazio - BGR

[Social_share_button]

La prima missione sulla luna finanziata da fondi privati ​​è già in corso. La sonda di Beresheet è decollata lo scorso venerdì. La missione, che è la prima missione lunare per Israele e l'unica ad essere sostenuta da investitori privati, procedeva senza intoppi fino un problema informatico inspiegato getta un cappio agli ingegneri dell'astronave. Secondo SpaceIL, lo start-up dietro la missione, la navicella spaziale doveva manovrare per raggiungere la luna, ma qualcosa andò storto. Poco prima di partire, i computer della navetta si riavviarono inaspettatamente, cancellando i comandi e ora il lander Beresheet sulla sua orbita già stabilita.

Beresheet non taglia una linea retta tra la Terra e la Luna, in quanto una tale missione richiederebbe un'incredibile potenza e la semplice astronave non è progettata per tali cose. Invece, fu lanciato per la prima volta in un'orbita ellittica attorno alla Terra, che gradualmente si allungò quando Beresheet fece manovre accurate per spostarlo lontano da casa. Alla fine, l'orbita lo posizionerà abbastanza vicino alla Luna per saltare nell'orbita lunare e atterrare.

Le manovre dello space shuttle devono essere fatte con precisione in modo che finisca nel posto giusto al momento giusto per saltare sulla luna, ma non è successo questa volta.

"Durante la fase di pre-manovra, il computer del veicolo spaziale è stato resettato inaspettatamente, causando l'annullamento automatico della manovra", ha affermato SpaceIL. in una relazione. "I team di ingegneri SpaceIL e IAI stanno rivedendo i dati e analizzando la situazione. Al momento, i sistemi di astronavi funzionano bene, ad eccezione del noto problema del localizzatore. "

Il team non sa ancora come o perché si è verificato questo riavvio imprevisto o come potrebbe influire sulla missione. Ovviamente sarà necessario riprovare la mossa pianificata per rimetterla in carreggiata, ma in questo momento non è certo sicuro.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR