La crisi in Mali: l'impegno patriottico di Csdm

[Social_share_button]

Dopo le ultime elezioni presidenziali, il Mali si trova in una situazione di crisi tra l'opposizione e la maggioranza presidenziale. Gli sforzi sostanziali di vari partner, tra cui il CSDM, hanno contribuito a pacificare e stabilire un clima di dialogo nell'interesse del Mali, il nostro bene comune, per il quale nessun sacrificio è eccessivo.

Le ultime dichiarazioni del Presidente della Repubblica, durante il suo incontro con i membri della sua maggioranza, confermano la nostra sensazione che l'uscita del tunnel sarà presto. Come ha promesso a se stesso, il Capo dello Stato deve rassicurare tutti i partner in modo che non vi sia alcuna ambiguità sul significato e sullo spirito della sua offerta di apertura.

A tutta l'opposizione maliana di impegnarsi risolutamente nella ricerca di soluzioni durature e definitive a questa crisi con conseguenze dolorose a livello sia sociale che economico per le nostre popolazioni. La prospettiva del dialogo sociale deve essere sincera. Deve tenere conto delle aspettative reali della nostra gente e soprattutto non servire da scusa per qualsiasi forza politica o sociale nel paese.

Fedele al suo impegno, la CSDM continuerà a lavorare, fuori dall'arena politica, per riunire posizioni antagoniste al fine di raggiungere una pace duratura senza la quale nessuna costruzione umana sostenibile è possibile. Il Mali, nel cui nome ci stiamo comportando, è soprattutto di noi. Nessuno sforzo è troppo per servirlo nell'interesse esclusivo di tutte le sue figlie e figli.

Il presidente della CSDM, Chérif Mohamed Haïdara, chiede a tutti di issare il Mali soprattutto.

Tienfing KANTE

Prova

Questo articolo è apparso per primo http://bamada.net/sortie-de-crise-au-mali-lengagement-patriotique-du-csdm