"Donald Trump è un razzista, un truffatore, un imbroglione": la testimonianza shock dell'ex avvocato del presidente

[Social_share_button]

L'ex avvocato personale di Donald Trump, Michael Cohen, giura un giuramento davanti al Congresso a Washington, DC, a febbraio 27. (© AFP / MANDEL NGAN)

Momento politico straordinario, l'ex avvocato Michael Cohen consegnato mercoledì 27 febbraio un accusa di violenza senza precedenti contro il suo ex capo Donald Trump, accusato di essere un "truffatore" minacciosolegami sospetti con la Russia e chi non ha esitato a comprare il silenzio delle ex amanti.

In un intenso ascolto trasmesso dal vivo per cinque ore, Michael Cohen ha disegnato davanti a una commissione d'inchiesta parlamentare un ritratto devastante dell'uomo d'affari diventato presidente di 45e degli Stati Uniti.

Se non ha fornito prove decisive di una possibile collusione tra Mosca e la squadra della campagna repubblicana nelle elezioni presidenziali 2016, l'ex Donald Trump ha parlato dei suoi "sospetti". E ha ribadito che era in complicità con il presidente americano che aveva commesso alcuni dei reati che presto lo porteranno in prigione.

lineamenti tirati, a volte voce rotta, Michael Cohen, anni 52, completato la sua audizione da un avvertimento: Donald Trump non saranno d'accordo a lasciare la Casa Bianca "pacificamente" se non è rieletto nel 2020.

Se queste accuse potenzialmente devastanti non erano abbastanza, Michael Cohen anche affermato di essere a conoscenza di altri atti criminali o illegali che coinvolgono Donald Trump che non riusciva a parlare, perché sono stati oggetto di un'indagine federale.

L'ex avvocato di Trump, Michael Cohen, ha prestato giuramento ai funzionari del Congresso.
L'ex avvocato di Trump, Michael Cohen, ha prestato giuramento ai funzionari del Congresso. (© AFP / Jim WATSON)

I repubblicani si difendono

"Bugiardo patologico", "criminale", "condannato per spergiuro", i repubblicani, tuttavia, rifiutano di attribuire credibilità alle parole del suo vecchio pitbull pentito, che il presidente ha già parlato di "equilibrio".

A dicembre, Michael Cohen è stato condannato a tre anni di prigione per falsa testimonianza davanti al Congresso e alla violazione del codice elettorale - reati che afferma di essersi impegnato a proteggere Donald Trump - e all'evasione fiscale. Sarà incarcerato a maggio 6.

"Ora presenta ciò che dice è una prova, ma la loro unica base è la sua testimonianza, che è stata dimostrata prima che non ha valore", ha detto il portavoce della squadra della campagna. La rielezione di Donald Trump in 2020, Kayleigh McEnany.

Dal Vietnam, dove ha incontrato il leader nordcoreano Kim Jong Un per il loro secondo summit, l'inquilino della Casa Bianca ha twittato prima del provino "Sta mentendo per ridurre la sua pena detentiva".

Cohen su Trump.
Cohen su Trump. (© AFP /)

"Sospetti" di collusione

Il tono è stato dato all'inizio della testimonianza di Michael Cohen prima dell'inchiesta della Camera dei Rappresentanti.

Il presidente Trump è un razzista. È un truffatore. È un imbroglione.

Quindi Michael Cohen ha dettagliato gli affari privati ​​del presidente e ha parlato dei suoi legami con la Russia, che avrebbe potuto influenzare l'elezione del repubblicano in 2016. Un voto che il magnate del settore immobiliare non aveva mai considerato vincente, ha detto.

Punto potenzialmente cruciale, Michael Cohen ha sostenuto che Donald Trump sapeva in anticipo le rivelazioni di WikiLeaks sul suo rivale democratico, Hillary Clinton.

Un procuratore speciale, Robert Mueller, indaga sui sospetti di collusione tra Mosca e la squadra della campagna repubblicana. Michael Cohen ha collaborato con questi investigatori e non può commentare queste indagini.

Ha anche spiegato come è stato istruito dal suo ex capo a mentire su un progetto immobiliare della compagnia Trump condotto in Russia nel bel mezzo della campagna presidenziale, contrariamente a quanto affermato dal candidato repubblicano.

Il licenziamento previsto?

Lavorare per l'uomo d'affari di New York è pronto a mentire "tutti i giorni", minacciando individui o entità a suo nome, ha insistito Michael Cohen.

Esempio di queste menzogne ​​e gli sforzi di occultamento: Michael Cohen ha detto di aver organizzato il pagamento di dollari 280 000 durante la campagna presidenziale a due donne, ex attrice pornografica Stormy Daniels e compagno di giochi Karen McDougal per comprare il loro silenzio sui loro presunti legami con il miliardario.

A sostegno, ha presentato mercoledì una copia dell'assegno in arrivo, secondo lui, sul conto personale di Donald Trump e che ha firmato, una volta arrivato alla Casa Bianca, per rimborsare il pagamento a Stormy Daniels.

A proposito di razzismo, Michael Cohen afferma che Donald Trump "è molto peggio" di quanto non abbia mostrato.

I democratici, ora in maggioranza alla Camera, hanno promesso di lanciare numerose inchieste parlamentari contro il presidente repubblicano. Con, almeno per alcuni, la prospettiva di un procedimento di impeachment, o " accusa Che, tuttavia, rimane molto distante finché il Senato rimarrà controllato dai repubblicani.

La prova con questa settimana maratona a Michael Cohen. Dopo una prima udienza a porte chiuse il Martedì al Senato, sarà ancora essere sentito Giovedi dalle 9h30 (14h30 GMT) dalla commissione per la Casa Intelligenza, questa volta lontano dalle telecamere.

Adam Schiff, presidente democratico della commissione, ha avvertito Mercoledì: Michael Cohen sarà particolarmente messo in discussione il ruolo della Casa Bianca durante la sua falsa testimonianza davanti al Congresso, una delle ragioni per cui è stato condannato.

Michael Cohen.
Michael Cohen. (© AFP / Gillian HANDYSIDE)

Fonte: © 2019 AFP

Questo articolo è apparso per primo https://actu.fr/monde/donald-trump-est-raciste-escroc-tricheur-temoignage-choc-lex-avocat-president_21766240.html