Gli scienziati hanno costruito un nuovo rover che sta imparando sulla Terra per cercare la vita su Marte - BGR

[Social_share_button]

La NASA ha imparato molto su Marte grazie agli sforzi dei suoi robot high-tech. Abbiamo imparato molto sulla composizione della superficie del pianeta e, grazie agli orbiteri di Marte che possono trasmettere immagini ad alta risoluzione, sappiamo che una grande parte di Marte una volta era coperta d'acqua. Ma non sappiamo ancora se il pianeta abbia mai sostenuto la vita.

Se la NASA o qualsiasi altra organizzazione scientifica potesse dimostrare in modo conclusivo che la vita era già esistita su Marte, sarebbe stata una scoperta monumentale, al contrario. Ora, un nuovo sforzo di ricerca intrapreso nel deserto di Atacama, in Cile, offre agli scienziati un indizio su come potrebbero trovare prove di vita su Marte.

In un articolo pubblicato in Frontiere in microbiologia nuovo concetto di rover hanno testato in uno dei luoghi più aridi del pianeta. La loro teoria del lavoro è che, in profondità sotto la superficie polverosa e mortale di Marte, i microrganismi possono essere durati molto più a lungo di qualsiasi altra vita che potrebbe aver avuto luogo nelle altezze.

Comme Gizmodo rapporti . , il rover progettato dal team guidato dal ricercatore Stephen Pointing è stato progettato per scavare minuscoli fori profondi nella crosta secca e campionare il terreno. In questo modo, il rover potrebbe trovare batteri che sono persistiti nel tempo e le scoperte fatte qui sulla Terra suggeriscono cosa potrebbe esserci.

I ricercatori hanno scoperto che, nonostante la bassa umidità e le temperature estreme in superficie, i batteri continuano a dominare quando si scava qualche metro. Microrganismi simili potrebbero essere ancora presenti su Marte oggi, ma non avremmo modo di saperlo senza penetrare in profondità nella crosta polverosa e cercare noi stessi.

Il rover ha funzionato bene qui sulla Terra, ma la complessità è aumentata alla ricerca della vita sotto la superficie di Marte. Sapere dove cercare effettivamente il potenziale della vita è una domanda molto difficile a cui rispondere, e anche se ci sono ancora microbi viventi su Marte oggi, o anche tracce di microbi che sono esistiti, è probabile che sarebbero confinato in aree specifiche.

Sfortunatamente, la NASA non ha ancora approvato una missione basata su questo concetto di mobile e, dati gli enormi costi associati alla sua realizzazione, è improbabile che lo farà l'agenzia spaziale statunitense. per il futuro prevedibile.

Fonte immagine: Carnegie Melon University / NASA

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR