La Francia ha rimpatriato dalla Siria diversi bambini orfani di jihadisti

[Social_share_button]

Questi bambini, "di cinque anni e sotto", erano nei campi della Siria nord-orientale, secondo il ministero degli Esteri.

Pubblicato oggi su 13h54, aggiornato su 13h57

Tempo di Lettura 1 min.

Le autorità francesi rimpatriate Venerdì 15 marciano diversi bambini di jihadisti, "5 e under, orfani e isolati, di età avanzata, che si trovavano nei campi della Siria nord-orientale", ha annunciato il Ministero degli Affari Esteri.

Secondo le nostre informazioni, sono stati rimpatriati cinque bambini. Sono arrivati ​​in aereo in terra francese a 13h30. L'operazione è stata eseguita solo con mezzi francesi, ma il Quai d'Orsay ha ringraziato nella sua dichiarazione " le forze democratiche siriane per la loro cooperazione, che lo hanno reso possibile ".

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche Figli di jihadisti in Siria: le famiglie diventano impazienti

"La decisione è stata presa alla luce della situazione di questi bambini molto giovani e particolarmente vulnerabili"dice il ministero. Stanno facendo ora oggetto di un particolare controllo medico e psicologico e sono stati consegnati alle autorità giudiziarie " et "I loro parenti sono stati informati".

La posizione della Francia invariata rispetto agli adulti

Mercoledì sera, Emmanuel Macron sembrava aver messo in luce le speranze delle famiglie, che hanno chiesto diversi mesi per il ritorno dei loro figli a provarle in Francia e ai loro nipoti, sotto la protezione dell'infanzia.

Leggi anche l'editoriale: Figli di jihadisti francesi, la temuta equazione

"Per quanto riguarda i bambini, è un approccio caso per caso, in particolare con la Croce rossa internazionale. È un approccio umanitario seguito e con grande attenzione "ha detto il capo di stato francese da Nairobi, in Kenya.

"Per quanto riguarda i cittadini francesi, combattenti e jihadisti che hanno seguito Daesh nel Levante, la posizione della Francia non è cambiata: devono essere giudicati sul territorio in cui hanno commesso i loro crimini"ha detto il ministero degli esteri venerdì. "È una questione di giustizia e sicurezza allo stesso tempo. "

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche I volti dei bambini della jihad della Siria

Questo articolo è apparso per primo https://www.lemonde.fr/international/article/2019/03/15/enfants-de-djihadistes-la-france-a-rapatrie-de-syrie-plusieurs-orphelins_5436588_3210.html?xtmc=france&xtcr=1