Crollo etiopico: investigatori al lavoro, Boeing si precipita a trovare soluzioni

[Social_share_button]

Prima ancora di conoscere le cause dell'incidente di 737 MAX Ethiopian Airlines, Boeing Boeing premuto per cambiare il sistema anti-stallo del suo aereo, sospettato di aver giocato un ruolo nella tragedia di volo e 302 e già implicato nel dramma della compagnia aerea indonesiana Lion Air alla fine di ottobre.

Boeing dovrebbe cambiare in circa dieci giorni il sistema di stabilizzazione in volo per evitare uno stallo del velivolo, detto "MCAS" (manovra caratteristiche Augmentation System), rilevato nel sinistro MAX 737 8 che Lion Air 189 era morto, ha detto Venerdì AFP due fonti vicine alla vicenda.

Queste fonti hanno specificato che questo non ha previsto le cause dello schianto di Ethiopian Airlines che ha reso la domenica 157 morta.

Le scatole nere della società etiopica sono ora decodificati e analizzati da ricercatori francesi, nei pressi di Parigi, nel tentativo di chiarire le cause della tragedia le cui somiglianze con Lion Air schianto hanno indotto le autorità a livello mondiale inchiodare l'intera flotta 737 MAX.

Il produttore di aeromobili americano aveva iniziato a sviluppare una soluzione per il MCAS dopo l'incidente di Lion Air, spiegando ad AFP una delle fonti. Sarebbe pronto e il cambiamento richiederebbe circa due ore per dispositivo, ha aggiunto.

Contattato da AFP, Boeing non ha voluto commentare.

- Data logger molto danneggiato -

Boeing ha tenuto una conference call giovedì con almeno tre aziende clienti 737 MAX e ha presentato loro la correzione, ha detto la seconda fonte. Dovrebbe informare i clienti di altre compagnie all'inizio della prossima settimana, ha detto.

La delegazione etiopica guidata dal capo dell'Ufficio investigativo sugli incidenti è arrivata venerdì all'ufficio francese di investigazione e analisi (BEA) per iniziare il processo di indagine.

Per ora, nulla è filtrato sul prezioso contenuto delle due scatole nere che sono state danneggiate durante l'impatto a terra. Uno (Flight Data Recorder, FDR) contiene tutti i parametri di volo, l'altro (CVR, Cockpit Voice Recorder), conversazioni e allarmi nel cockpit.

In totale, sono mobilitate dieci persone del BEA. Il lavoro sull'FDR potrebbe durare fino a sabato, twittato il BEA, situato vicino a Parigi e noto per la sua esperienza nell'indagine sugli incidenti aerei.

Le autorità etiopi gli hanno chiesto di indagare sull'incidente, perché non sono in grado di esaminare queste scatole.

Realizzati dalle tecnologie americane L3, questi provengono da una nuova tecnologia, come l'aereo che equipaggiano.

La foto pubblicata da BEA su Twitter mostra un FDR particolarmente danneggiato. Ma questi registratori sono progettati per resistere a shock estremi. Questo "non promette nulla di buono per l'integrità dei dati che contengono", ha detto un ex funzionario della BEA.

E se i dati sono stati parzialmente cancellati, BEA potrebbe rivolgersi al produttore del box per ricostruirne tutto o parte.

L'agenzia statunitense responsabile per la sicurezza dei trasporti (NTSB) ha inviato tre investigatori in Francia per partecipare ai lavori, una procedura usuale in quanto è un produttore americano.

E, per rendere trasparente il processo e prevenire le sfide future, Francia ed Etiopia hanno firmato venerdì "un accordo per formalizzare il lavoro svolto sui registratori".

A causa del divieto di volo, Boeing ha sospeso le consegne di 737 MAX continuando la produzione a un tasso invariato di 52 al mese.

- Panico -

L'Agenzia statunitense dell'aviazione (FAA) ha ordinato Mercoledì inchiodare a terra "provvisoriamente" Boeing MAX 737 8 9 e gli Stati Uniti sulla scia delle autorità di sicurezza aerea a livello mondiale.

Washington ha poi giustificato questa scelta raccogliendo "nuovi dati" satellitari forniti dal Canada, mostrando somiglianze tra l'incidente di Ethiopian Airlines e quello di Lion Air, citando la traiettoria di aeromobili e gli incidenti avvenuti pochi minuti dopo decollo.

Il New York Times ha riferito Giovedi che il pilota in volo del Boeing 737 MAX Ethiopian Airlines aveva incontrato una situazione di emergenza subito dopo il decollo, chiedendo un ritorno "voce in preda al panico", mentre la velocità del l'aereo stava aumentando pericolosamente.

"Pausa, pausa, richiesta di ritorno a casa", disse il comandante ai controllori del traffico aereo mentre cercava di evitare altri due aerei che si avvicinavano all'aeroporto, secondo il quotidiano statunitense che si basa su dichiarazioni di una persona avendo avuto accesso agli scambi tra l'equipaggio e i controllori.

L'espressione di emergenza "pausa, pausa" indica che l'equipaggio si trova di fronte a una situazione di emergenza che i piloti non riescono a gestire.

Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/03/16/crash-dethiopian-les-enquteurs-loeuvre-boeing-se-hte-de-trouver-des-solutions/