Camerun - Gari-Gombo: chi vuole la testa del sindaco?

Alla fine delle prossime elezioni, una certa élite di questo distretto situato nella regione orientale è sospettata di seminare il seme della divisione e gli intrighi all'interno del partito da riempire. La base militante denuncia le azioni di un impostore a bada contro il Sindaco.

La scoperta è stata inequivocabilmente 24 lo scorso marzo durante la celebrazione dell'anniversario 34ème del Raduno Democratico del Popolo del Camerun (CPDM). Mentre gli attivisti del partito al potere si erano radunati per celebrare l'evento con sfarzo e solennità, alcune delle astute osservazioni di alcuni militanti nella sezione Rdpc di Boumba-e-Ngoko North hanno gettato uno scatto freddo nel stanza.

Al centro del litigio, una controversia sul contributo di 100 Cfa a migliaia di franchi inviati da Robert Bayangan. Questa élite avrebbe inviato denaro ad alcuni attivisti del Rdpc attraverso Philémon Dinaly e Bertin Mogba, leader del progetto del Comitato Centrale del Rdpc durante la celebrazione.

"Questo denaro avrebbe dovuto essere inviato al comitato organizzatore guidato dal sindaco della località, così come Armand Ndjodom per evitare di creare questa controversia superflua", pensa un RDPC militante. Con questo atteggiamento, molti attivisti e
attivisti in questa sezione che pensano che questa élite abbia ovviamente voluto creare
disordine e fenditure all'interno del Rdpc, compresa la destabilizzazione del leader politico locale.

Ciò sembra tanto più vero in quanto alcuni fatti indimenticabili sono ancora ancorati ai ricordi degli elettori locali. "Voleva diventare membro e presidente di sezione nelle ultime elezioni, ma non ha funzionato. Motivo per cui interpreta i problemi del partito nel partito per indebolire il sindaco ", respira sotto copertura un presidente della sottosezione di questo distretto del dipartimento di Boumba-e-Ngoko.

Giustamente o erroneamente, Robert Bayangan è accreditato dal suo popolo per aver voluto scuotere la sezione Rdpc Boumba-e-Ngoko settentrionale guidata dal sindaco Simon Kallah presentata come la sua rivale politica dell'epoca. In questa galassia di intrighi senza precedenti, nel buon palazzo appaiono altre scene politiche che sono diventate all'ordine del giorno dalle loro frequenze.

A Gari-Gombo, mormora nelle case che Joseph Roland Matta, capo della delegazione dipartimentale permanente del Comitato centrale CPDM ignora queste guerre che possono indebolire il partito di Paul Biya alle prossime elezioni. "Ecco un signore che ha il potere di porre fine a questo disordine che non dice nulla, in un momento in cui il partito ha bisogno di uomini e donne risolutamente impegnati a vincere le prossime battaglie politiche", ha detto un presidente della sottosezione CPDM.

Un'osservazione simile a quella di un allarme in un contesto socio-politico in cui le popolazioni locali che soffrono di sottosviluppo e povertà non resistono più alle allettanti proposte dei nuovi partiti di opposizione e a quelle dei venditori. illusione.

Nella regione orientale in generale, le ultime elezioni presidenziali dell'07 di ottobre 2018 hanno permesso al partito al potere di apprendere diverse lezioni. In effetti, è stato dimostrato che la maggior parte, vede la stragrande maggioranza degli aderenti e degli attivisti dei nuovi partiti di opposizione appartenevano ai ranghi del partito della torcia.

"Non vogliamo più vivere questo scenario. A Gari-Gombo, il nostro obiettivo è vincere il
elezioni parlamentari, comunali e regionali annunciate nei prossimi mesi, senza sbavature. Sarà visto chi vuole distrarci o destabilizzare la festa
altrove ", ha suggerito un attivista esacerbato da queste guerriglie.

In relazione al tema della celebrazione dell'anniversario 34ème del Rdpc che ha raccomandato
rafforzare la mobilitazione dietro il presidente Paul Biya per il consolidamento della pace su tutto il territorio nazionale e la ricerca armoniosa del programma di grandi opportunità, il messaggio diffuso dal presidente della sezione Rdpc di Boumba e Ngoko Il Nord è stato quello della mobilitazione e della maggiore vigilanza degli attivisti del partito per non perdere i voti alle prossime elezioni in questa località.

da Gustave Epok | Actucameroun.com

Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/04/09/cameroun-gari-gombo-qui-veut-la-tete-du-maire/