Con i nuovi autobus puliti 641, l'Ile-de-France è il campione del trasporto verde

Un anno dopo la sua gara di autobus elettrici 1 000, ha attribuito questo martedì 9 aprile, la recidiva della regione con questo ordine di autobus elettrici e GNV.

Di Eric Béziat Pubblicato oggi su 11h03, aggiornato su 12h14

Tempo di Lettura 4 min.

Articolo degli abbonati

Un autobus elettrico 100% per le strade di Parigi, a maggio 2016. ERIC PIERMONT / AFP

Un anno dopo aver lanciato una gara d'appalto per l'acquisto di quasi 1 000 bus elettrici per Parigi e la piccola corona - che è stato assegnato Martedì 9 aprile - l'Ile-de-France è tornato con un nuovo autobus 641 mega-controllo e di autobus elettrici e CNG (vale a dire, di trasferirsi a gas naturale per veicoli) per, questa volta, alla corona. Il principio di questa chiamata sul mercato per un importo di € 200 milioni dovrebbe essere approvato il Mercoledì 17 aprile dal Ile-de-France scheda Mobility (IDFM), l'ente responsabile per l'organizzazione del trasporto pubblico nella regione della capitale

Il bando di gara sarà pilotato, qualcosa senza precedenti, in diretta da IDFM per tutti gli operatori di trasporto nell'area interessata; o il RATP per i veicoli 40 e, per gli altri dispositivi 600, gli operatori della rete Optile, dove Transdev e Keolis fanno la parte del leone. I nuovi autobus e pullman saranno consegnati in 2020 e 2021.

Per questa operazione "bus pulito per le periferie esterne", la regione è pronta a rinnovare in una sola volta, con il bus 641 12% del settore della flotta in questione (circa bus 5 500 per medie e grandi corona su 10 000 in circolazione in tutta la regione). Soprattutto, l'Ile-de-France è un campione del trasporto verde per tutti.

Tre produttori francesi scelti

"Affermiamo con questo ordine che non ci sono abitanti di seconda classe dell'Ile-de-France, dice Valérie Pécresse, presidente di LR della regione. Abbiamo scelto di non comprare autobus ibridi, inquinano troppo. Questa decisione dovrebbe anche avvantaggiare gli abitanti delle corone medie e grandi che possono anche essere molto esposte agli inquinanti, specialmente lungo le principali autostrade. E un tender di questa portata consente di standardizzare l'equipaggiamento in modo che non ci sia un veicolo più o meno comodo a seconda che la linea sia remota o meno. "

Da tempestiva coincidenza di tempi, il proprio veicolo controllo 641 sta per essere rivelato mentre le altre proposte di chiamata elettrico grandi (400 800 milioni per gli autobus RATP, da consegnare da 2020 ) è stato appena assegnato a tre produttori francesi: Heuliez, Bolloré e Alstom. Ciò dovrebbe porre un doppio riflettore sulla politica di mobilità della regione. "Le autorità dei trasporti delle metropoli di tutto il mondo vengono a vedere cosa facciamo in Ile-de-France", si vanta di Mme Pécresse.

Questo articolo è apparso per primo https://www.lemonde.fr/economie/article/2019/04/09/en-achetant-641-nouveaux-bus-propres-l-ile-de-france-se-championne-du-transport-vert_5447760_3234.html?xtmc=france&xtcr=1