"Il sistema ha fallito (...) Vai a dire a Paul Biya"

Un anno dopo la sua uscita a Jeune Afrique, dove ha pesantemente criticato la gestione della crisi da parte anglofona suo campo, tra cui Paul Biya, Fon Victor Mukete, il membro più anziano del Senato, ed eletto membro titolare del Comitato Centrale del CPDM, regali questa volta davanti ai ministri del Senato.

Fon Mukete e Paul Biya - DR

Questo Venerdì, Aprile 5 2019, nel corso di una sessione plenaria nella camera alta del parlamento, membro più anziano del Senato eseguito un'uscita che non può piacere al governo.

Di fronte ai ministri Fon Mukete è tornato alla crisi anglofona nell'area di lingua inglese. Per lui il sistema ha fallito nel risolvere questa crisi, esaltando le virtù del federalismo, rivendicato da un franco aree di popolazione del Nord-Ovest e Sud-Ovest.

"Il sistema ha fallito, la federazione è l'unico modo. Dieci Stati federati in modo che ogni regione possa gestire i propri affari. Perché le persone hanno paura della federazione? Non parlo così che il paese è diviso. No! Ho combattuto duramente per la riunificazione dell'ex Camerun meridionale e dell'ex Repubblica del Camerun. E non potrò mai distruggerlo. Ma il paese dovrebbe essere federato. Guarda America, Sud Africa, Svizzera, Nigeria, Canada, Belgio, Germania, Messico, Russia e in Ruanda", ha voluto sottolineare l'attivista del Rally Democratica del Popolo del Camerun ( CPDM), il partito al governo e nativo di Bafaw a Meme, regione sud-occidentale, Camerun-Info relazioni.

"Cos'è questa assurdità? La mia gente sta morendo, loro stanno soffrendo e noi stiamo giocando a Yaounde. Dobbiamo stare attenti. Non mi interessa Vai a dirlo a qualcuno. Vai a dire a Paul (Biya Ed) e portami ovunque ", ha detto.

Dall'inizio di questa crisi, le posizioni non sono unanime sulla gestione della crisi anglofona e sulle soluzioni proposte. La recente intervista di Victor Mukete, leader supremo dei Bafaw, a Jeune Afrique, con sede a Parigi, ha già rivelato divergenze ai vertici dello stato.

A Jeune Afrique a febbraio 2018, il capo anziano di 100, ha rimproverato al presidente camerunese di essere "inaccessibile". Ha denunciato l'emarginazione degli anglofoni, "che hanno solo ministri 10 su 60 nel governo".

Questo articolo è apparso per primo https://www.lebledparle.com/actu/politique/1107303-crise-anglophone-le-doyen-du-senat-en-colere-contre-le-gouvernement-le-systeme-a-echoue-allez-dire-a-paul-biya