Persone: Dopo aver lasciato Neverland, la famiglia di Michael Jackson crea il suo documentario per difenderlo

Wanda People, viene lanciato il contrattacco! Diverse settimane dopo il rilascio negli Stati Uniti del documentario Leaving Neverland, che ha contribuito a minare l'immagine di Michael Jackson agli occhi del grande pubblico, la sua famiglia è sull'orlo del baratro. I parenti del Re del Pop hanno scelto di creare il proprio documentario per difenderlo. La solidarietà di ciò! Il Team Wanda ti spiega.

Non poteva mancare a questo Wandayante affare Wanda Peeps. Qualche tempo fa, è stato trasmesso su HBO e M6 il controverso " Leaving Neverland "Un documentario schiacciante che dà voce a due presunte vittime del Re del Pop, Wade Robson e James Safechuck, che raccontano in modo esplicito aggressioni sessuali erano vittime più giovani.

Mentre molti fan di Michael Jackson continua a proclamare l'innocenza del loro idolo e di quello I dubbi aleggiano sulle testimonianze dei suoi accusatori, la famiglia dell'interprete di "Thriller" ha deciso di interpretare il suo diritto di risposta rilasciando il suo documentario, Hoha!

intestazione Neverland Firsthand: indagine sul documentario di Michael Jackson e pubblicato nel marzo 30 su YouTube, il film dura 30 minuti e decostruisce le accuse di violenza sessuale proposti da "Leaving Neverland". Mahal e Brandi Jackson, nipote e nipote del Re del Pop, o il suo ex direttore tecnico, Brad Sundberg, sono tra i protagonisti di questa mini-documentario.

Taj Jackson
Brandi Jackson
Brad Sundberg

"Non un milione di anni fa, ho visto in Michael Jackson un bambino che sembrava essere afflitto, ferito, maltrattato", Dice Brad Sundberg in un'intervista con il produttore Liam McEwan, incluso nel film. E per continuare: "Neverland era un posto tranquillo, sicuro e divertente."

Taj Jackson intanto dice suo zio "vissuto per procura"Con i bambini perché lui stesso non aveva avuto un'infanzia. Spiega in particolare che le parole d'amore scritte a mano dai due accusatori erano in realtà solo piccole parole di incoraggiamento. Nota che anche lui e i suoi fratelli hanno ricevuto e che Michael Jackson ha firmato "Zio Doo Doo".

Brandi Jackson, infine, racconta del suo incontro con Wade Robson, uno degli accusatori di suo zio con cui è rimasta in una relazione per anni 7. Una relazione che non è menzionata in "Leaving Neverland" perché secondo lei " avrebbe screditato tutte le sue accuse ". Lei afferma che quest'ultimo " è sempre stato un po 'un opportunista ". Secondo lui, ha reso pubbliche queste accuse al fine di ottenere benefici finanziari. " Sa come posizionarsi in diverse situazioni che saranno vantaggiose dal punto di vista finanziario ", Quindi si lancia nel documentario.

Hum Wanda La gente con tutto questo, la credibilità di Leaving Neverland ha un grande successo. Quindi la gente voleva metterci nella borsa così eh? In ogni caso, non possiamo che accogliere la solidarietà di alcuni parenti di Michael Jackson che, contro il vento e la marea, si sforzano di lavare il suo onore. Tutto ciò che sua sorella Janet Jackson ancora non riesce !

Fatti un'opinione sul documentario qui sotto.

CB

Questo articolo è apparso per primo https://www.jewanda-magazine.com/2019/04/people-apres-leaving-neverland-la-famille-de-michael-jackson-realise-son-propre-documentaire-pour-le-defendre/