Le soluzioni indispensabili per archiviare i tuoi dati nel cloud - Suggerimenti

Archivia i documenti online e accedili facilmente anche quando sei lontano da casa? Questa è la promessa del cloud. È ancora necessario scegliere la soluzione più adatta alle sue esigenze.

Il cloud consente il archiviazione di documenti informatici online. Sono accessibili da uno smartphone o da un computer, a condizione che abbiano le credenziali dell'applicazione dedicata e che siano connessi a Internet. Per esplorare meglio le offerte esistenti, discutiamo i vantaggi e gli svantaggi delle soluzioni disponibili per gli individui.

dropbox

Il servizio che si integra anche suite per ufficio de Google

Questo è uno dei servizi di cloud storage più utilizzati: bisogna dire che Dropbox è molto facile da usare. I documenti possono essere memorizzati dall'applicazione (web o mobile) o accedendo al proprio account online. Vengono quindi sincronizzati con lo spazio di lavoro virtuale. Lo spazio di archiviazione è gratuito in 2 GB per utente e i piani per lo spazio aggiuntivo (fino a 2To) partono da 9,99 € al mese. Completamente complementare a Google, Dropbox offre l'accesso alla suite office di Google e semplifica il download dei file da Gmail, ad esempio. La soluzione propone anche a strumento di lavoro collaborativo con Paper. Nota: negli ultimi giorni Dropbox ha limitato il numero di dispositivi associati a 3 massimo per un singolo account gratuito.

Ulteriori informazioni su Dropbox



Google drive

La soluzione cloud 100 di Google

Ogni utente che ha un indirizzo Gmail ha automaticamente uno spazio di archiviazione online: è logico che la soluzione proposta da Google sia ampiamente utilizzata. Lo spazio di archiviazione gratuito è importante (15 Go) ma è anche condiviso con Gmail e Google Foto. È tuttavia possibile affittare uno spazio aggiuntivo. I file possono essere scaricati dall'applicazione (web o mobile) e collegandosi direttamente al proprio account Google. Vengono quindi sincronizzati in tempo reale. Google Drive è particolarmente utile per condividere file con altri utenti, in particolare quelli che utilizzano la suite Google Docs.

Ulteriori informazioni su Google Drive



Microsoft Onedrive

La soluzione integrata per l'ambiente Microsoft

Microsoft Onedrive è la soluzione implementata da Microsoft: è l'ex SkyDrive del colosso americano. I dati vengono archiviati utilizzando l'applicazione mobile o l'applicazione desktop. I file sono sincronizzati tra uno smartphone, un tablet o un computer quando l'applicazione è configurata e connessa. OneDrive semplifica anche l'accesso a Microsoft Office Suite, un buon posto per gli utenti di Word, Excel o PowerPoint. Infine, i dati sono accessibili anche collegandosi direttamente a un'interfaccia web.

Lo spazio di archiviazione di base è gratuito entro un limite di 5 GB. Le offerte a pagamento partono da 2 € al mese. Ulteriori informazioni su OneDrive.



iCloud

Servizio di archiviazione online di Apple

Buone notizie per gli utenti che utilizzano più sistemi operativi: iCloud, il servizio di il cloud computing da Apple, è ben accessibile su Windows. Ma non su Android, tuttavia, anche se esistono soluzioni parziali. Come Google Drive, iCloud è già parte dell'offerta disponibile per ogni utente, con 5Go spazio disponibile. Foto, file o altre informazioni sono sincronizzati automaticamente. iCloud ha anche il vantaggio di offrire un backup di documenti creati con la suite dell'ufficio iWork. Uno spazio extra è offerto come abbonamento mensile, a partire da 1 € al mese.



pCloud

La soluzione che offre ulteriore sicurezza

Disponibile su Windows, Mac e Linux e su iOS e Android, pCloud offre spazio di archiviazione gratuito fino a 20 Go. Come altre soluzioni, i file sono accessibili e scaricabili da un'applicazione dedicata. Oltre alla sua offerta gratuita, pCloud offre diversi servizi a pagamento aggiuntivi: spazio di archiviazione, ovviamente, ma soprattutto la possibilità di utilizzare una cartella crittografata per i dati più sensibili. Questo servizio è disponibile per 5 € al mese o con un unico pagamento per la vita.

Jean-François Pillou

Questo articolo è apparso per primo CCM