"Psichiatria: il grande naufragio": tutti preoccupati in Francia

Il numero di "Mostre" dedicato alle unità di assistenza psichiatrica è seguito da un dibattito con il Ministro delle Solidarietà e della Salute Agnès Buzyn.

Di Catherine Pacary Pubblicato oggi su 01h00, aggiornato su 06h02

Tempo di Lettura 2 min.

Immagine tratta dal documentario di Raffaello Tresanini "Psychiatry: The Great Shipwreck". KM PRODUZIONI

Francia 3, mercoledì 10 Aprile alle ore 21, documentario

Depressivo, bipolare, schizofrenico, autistico ... un francese su tre sarà un giorno nella sua vita con malattia mentale, 2 milioni di persone trattate ogni anno, per un costo stimato in 80 miliardi di euro. L'argomento riguarda quindi tutti. Tuttavia, la psichiatria, parente povero di un settore medico già in difficoltà, va male - uno stato di cose regolarmente denunciato. Francia 3 dedica la rivista "Pieces à conviction", dal titolo "Psychiatry, the great shipwreck".

Il documentario descrive la vita quotidiana dei pazienti costretti a vivere a casa, a spese delle famiglie, in condizioni precarie. Una madre spiega, con voce dolce e amorevole, al suo schizofrenico figlio di 13 anni che è inutile riparare le porte rotte, poiché le spezzerà di nuovo.

Un medico presso l'UMD di Saint-Etienne-du-Rouvray: "L'azienda non è pronta a recensire alcuni dei nostri pazienti"

Altri pazienti devono trovare un istituto ospitante. "Pezzi per convinzione" è andato quindi all'unità per paziente difficile (UMD) di Saint-Etienne-du-Rouvray (Senna marittima). Una struttura modello, di cui 50% dei pazienti è criminale. "Io, spiega uno dei residenti, Volevo uccidere le persone per proteggerle. Ho ucciso la mia ragazza. A quel tempo, la mia logica era la strada. " "La compagnia non è pronta a recensire alcuni dei nostri pazienti"ha commentato, lucido, il capo medico.

Altri ospedali sono denunciati per i loro fallimenti, come a Rennes, dove un giornalista si è infiltrato come agente incaricato della manutenzione. Un metodo eticamente discutibile ma efficace. Il giovane filma lì la "vita" dei pazienti messi in isolamento, alcuni per diversi anni, in metri quadrati 5, a volte attaccati. Scopre anche il traffico di droga, che non sembra sorprendere nessuno.

Ovunque, viene denunciata la mancanza di mezzi, che può essere spiegata in parte dal fatto che il numero di pazienti trattati in psichiatria è raddoppiato in dieci anni. Il milione di euro 40 promesso dall'attuale ministro della solidarietà e della salute, Agnès Buzyn, non hanno placato le famiglie o i badanti. il i movimenti di protesta si succedono a vicenda, il più pubblicizzato è stato quello di "Perches", l'ospedale psichiatrico di Le Havre (Seine-Maritime), dove è andato anche "Pezzi con convinzione".

"Vent'anni di ritardo"

L'ultimo file discusso nelle domande del documentario. Sei pazienti dell'ospedale psichiatrico di Amiens sono trasferiti in un'istituzione belga, che è ancora parzialmente in costruzione. Una pratica comune, disciplinata dall'Accordo quadro France-Wallonie di 2011.

Un rappresentante del centro di accoglienza belga interessato (sfocato) non va a morte con il sistema psichiatrico francese: "Sembra che tu abbia vent'anni di ritardo (...). Non hai niente " Poi, ed è qui che diventa interessante, descrive in dettaglio come la "sua" struttura ospitante abbia successo economico, grazie a pazienti francesi, la cui permanenza viene pagata (dalla sicurezza sociale e dai dipartimenti) euro 180 al giorno, contro 30 35 euro al giorno per un paziente belga. di conseguenza, "Per dieci francesi, prendiamo un belga. " È quindi il sistema francese che paga questo tipo di stabilimento belga - 203 è così disperso lungo il confine.

Leggi l'attenzione: Lo staff psichiatrico dimostra di chiedere "un rinnovamento delle cure psichiche"

Domanda: perché questi centri non sono costruiti in Francia? Un deficit per l'esagono che, senza dubbio, sarà discusso nel dibattito "Come salvare la psichiatria? "Della seconda parte della serata, animato da Virna Sacchi, che riceve, tra gli altri, il ministro Agnès Buzyn.

"Psychiatry: The Great Shipwreck", di Raphael Tresanini (Francia, 2019, 95 min), seguito dal dibattito "Come salvare la psichiatria? (55 min). www.france.tv/france-3/pieces-a-conviction/

Catherine Pacary

Questo articolo è apparso per primo https://www.lemonde.fr/culture/article/2019/04/10/psychiatrie-le-grand-naufrage-tous-concernes-en-france_5448044_3246.html?xtmc=france&xtcr=1