Investimento: le start-up africane decollano - JeuneAfrique.com

Negli uffici dello start-up Touch, una piattaforma per vari operatori di pagamento mobile © Yuri Lenquette per Jeune Afrique

In 2018, i giovani germogli del continente hanno raccolto più di 1 miliardi. Molti sono pronti ad espandersi oltre i loro confini e attraggono capitalisti e multinazionali.

2018 è stato l'anno del decollo delle start-up africane. Secondo lo studio condotto dalla società di investimento Partech, pubblicato a fine marzo, i giovani germogli del continente hanno attratto 1,163 miliardi di dollari in investimenti per dodici mesi, il doppio di 2017.

"Non ci aspettavamo di superare la soglia simbolica del miliardo di dollari prima di 2020, va più veloce di quanto ci aspettassimo", dice Cyril Collon, coordinatore dello studio, che guida con Tidjane Dème la branca africana di Partech . Il loro fondo Partech Africa II annunciato a gennaio di aver raccolto 143 milioni di dollari con l'obiettivo di entrare nella capitale di trenta "pepite" digitali. Ultima operazione, la 4 di aprile, una partecipazione nel fintech nigeriano Kudi, che ha fatto aumentare 6,7 milioni.

Ora sei connesso al tuo account Jeune Afrique, ma non sei abbonato a Jeune Afrique Digital

Questo articolo è solo abbonati


Abbonati da 7,99 €per accedere a tutti gli oggetti in un numero illimitato

Sei già un abbonato?

Hai bisogno di aiuto

I tuoi abbonati benefici

  1. 1. Accesso illimitato a tutti gli articoli sul sito e all'applicazione Jeuneafrique.com (iOs e Android)
  2. 2. Ricevi un'anteprima, 24 ore prima della pubblicazione, di ogni numero e fuori serie Jeune Afrique sull'app Jeune Afrique The Magazine (iOS e Android)
  3. 3. Ricevi la newsletter di risparmio giornaliero per gli abbonati
  4. 4. Goditi 2 anni di archivi Young Africa in edizione digitale
  5. 5. Abbonamento senza impegno di durata con l'offerta mensile tacitamente rinnovabile*

*Servizio disponibile solo per le iscrizioni aperte.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA