Rimpasto in Senegal: Amadou Hott, AfDB presso il Ministero dell'Economia - JeuneAfrique.com

Questo specialista in finanza internazionale degli anni 47 rilascia il nuovo Ministero dell'Economia, Pianificazione e Cooperazione senegalese. Dovrà impostare la strategia economica di Macky Sall per la musica come parte del PES Stage II.

La riorganizzazione del governo di Macky Sall, 7 in aprile, ha diviso il Ministero dell'economia, delle finanze e della pianificazione in due entità separate, con il Ministero delle finanze e del bilancio da un lato. affidato ad Abdoulaye Daouda Diallo, ex ministro dei trasporti, e dall'altra il portafoglio di economia, pianificazione e cooperazione, per il quale è stato scelto Amadou Hott.

L'ex vicepresidente dell'ADB, responsabile dell'energia, del clima e della crescita verde da quando 2016 prende la continuazione di Amadou Ba, è andato a Foreign Affairs, che ha diretto da 2014 l'intero dipartimento.

Famoso banchiere d'affari, capitalizzando oltre vent'anni di esperienza sui mercati finanziari del continente, Europa, Stati Uniti e Medio Oriente, Amadou Hott arriva in un contesto economico caratterizzato dal implementazione di la fase 2 del Emerging Senegal Plan (PSE) e il consolidamento di un regime di crescita piuttosto interessante negli ultimi anni, con una media annuale di 6%.

Ex pilota di Dangote Capital

Nonostante questi risultati macroeconomici favorevoli, colui che sarà responsabile della coerente impostazione musicale della strategia economica del presidente Sall avrà seri problemi da affrontare: dovrà assicurarsi che ci siano più investimenti privati, di crescita e inclusione sociale, offerte di produzione, e in particolare di posti di lavoro, pur perseguendo la riforma del contesto imprenditoriale ...

Da bravo matematico - si è laureato in matematica finanziaria presso l'Università di New York e in finanza di mercato a Parigi-Sorbona - Hott risolverà tali equazioni?

Il nuovo ministro ha, a suo merito, l'istituzione, in 2011, di Afribridge Capital, società di investimento e consulenza con base a Dubai, che si rivolge al continente africano. Afribridge Capital consiglia grandi gruppi africani, come ad esempio La holding nigeriana Aliko Dangote. In particolare, ha creato la società di investimento Dangote Capital, che Amadou Hott ha dovuto volare.

La Fonsis, un'esperienza mista

Oltre a consigliare gli stati africani, il nativo di Thiaroye-Gare, nel cuore del grande sobborgo di Dakar, sviluppato in 2006 Millennium Finance Corporation, poi ha sede a Dubai, prima di atterrare due anni dopo, in 2008, a capo di UBA Capital a Lagos.

Anni 47 invecchiato e padre di tre figli, Amadou Hott è anche un appassionato di calcio, al punto che i suoi compagni hanno soprannominato "Hottdona", in riferimento alla leggenda del calcio, l'argentino Diego Maradona.

Ha anche diretto, da settembre 2013 a ottobre 2016 il Sovereign Fund for Strategic Investments (Fonsis)dopo aver pilotato il progetto da capo a capo come consulente finanziario e di investimento speciale di Macky Sall. Secondo alcune fonti consultate da Giovane Africase la Fonsis non ha finora prodotto i risultati attesi quando è stata lanciata, è perché non ha mai ricevuto tutte le risorse promesse a causa della mancanza di volontà in alcuni circoli di amministrazione. Stanco della guerra, Amadou Hott ha avuto abbandonato la Fonsis per l'AfDB.

Ora che è al timone del direttore economico del paese, Amadou Hott, nominato "Young Global Leader" nel 2012 del World Economic Forum di Davos, sarà in grado di dare piena misura delle sue competenze?

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA