Corneille, sopravvissuto al genocidio ruandese: il bellissimo gesto della moglie Sofia per il loro matrimonio!

È una donna premurosa. Per il suo matrimonio con la cantante Corneille, Sofia ha voluto avere un tenero pensiero per la sua famiglia di suo marito, scomparso durante il genocidio in Ruanda.

Drammi, ne conosceva alcuni. Corneille è lungi dall'essere stata un'infanzia chiamata " normale ". Dai suoi anni 6 e mezzo, il cantante è vittima di abusi sessuali da parte di sua zia di età 18. Un infortunio che rimarrà per tutta la vita. " Non c'è niente di più violento dell'abuso sessuale. Era la mia zia preferita, l'ho amata, mi fidavo di lei, ma ha rubato la mia innocenza ", Dice nelle colonne della Liberazione questo mercoledì 3 aprile. Ma era solo l'inizio dell'inferno. La sua vita ha scosso la notte di 15 APRIL 1994, mentre aveva solo 17 anni. Questo figlio di un padre tutsi e una madre hutu che fanno parte dell'élite intellettuale e politica perde tutta la sua famiglia.

Corneille è l'unico sopravvissuto al massacro di tutta la sua famiglia. " In questo momento, una parte di me è morta Dice lui. Mas oggi, è calmo. E sua moglie probabilmente non è per niente. Da anni 16, fa l'amore perfetto con Sofia, un'attrice e modella canadese-portoghese che ha incontrato sul set di una delle sue clip. È un amore folle. Non si lasciano più l'un l'altro. " Tra noi, è molto organico e spontaneo, non forziamo nulla "Assicura colui che ha superato anche il burnout.

Questo passato così complesso, anche Sofia ne ha in memoria. Quindi, il giorno del loro matrimonio, la sposa ha avuto un pensiero meraviglioso per suo marito e i suoceri. " Sofia de Medeiros decide di lasciare un tavolo vuoto in omaggio ai suoi parenti scomparsi nel genocidio ", Segnala i nostri colleghi. E Corneille per spiegare commosso: " Quindi, sono stati in grado di assistere a uno dei giorni più belli della mia vita '.

Nei giorni di sole, anche questo cantante lo sapeva. Soprattutto con l'arrivo dei suoi due figli. " Sono nel periodo più felice della mia vita. Oggi ho due figli, Merrick [anni 8] e Mila [anni 3]. Non sto andando fuori di testa per la mia carriera quando non mi sono mai sentito così male al top del mio successo. La mia grande paura è quella di perdere ciò che mi rende felice: la mia famiglia, semplicemente Lui conclude.

Questo articolo è apparso per primo http://www.culturebene.com/49878-corneille-rescape-du-genocide-rwandais-le-tres-beau-geste-de-son-epouse-sofia-pour-leur-mariage.html