Sondaggio: i francesi sono più disponibili ad aiutare l'Africa - JeuneAfrique.com

I francesi sono più generosi, secondo il sondaggio 2019 condotto a febbraio dal CSA Institute for the French Development Agency (AFD) con un campione nazionale rappresentativo della popolazione francese di 15 e oltre .

79% degli intervistati afferma di sostenere i paesi in via di sviluppo, che è dieci punti in più rispetto all'anno scorso; questa percentuale sale a 84% nei bambini sotto 25. 55% delle risposte vuole che la Francia dia priorità all'Africa e in particolare all'Africa sub-sahariana.

Questo sondaggio contraddice le analisi che mostrano i francesi di a tentazione di un ritiro o persino ostilità verso i migranti. Meglio, mostra un aumento spettacolare (+ 17%) del gusto dei francesi per il sostegno allo sviluppo sostenibile dei paesi poveri. "Potrebbe essere l'effetto di il COP 21 di Parigi chi ha reso popolare questo tema ", ha commentato Rémy Rioux, direttore generale dell'AFD durante la presentazione dei risultati 2018 dell'Agenzia.

Progetti 840 lanciati da AFD in 2018

Si è inoltre rallegrato del fatto che i suoi impegni finanziari (prestiti, sovvenzioni, donazioni e garanzie) abbiano raggiunto 11,4 miliardi, un aumento di rispetto a 2017 e oltre 40% in tre anni. "Siamo sulla strada intrapresa dal Presidente della Repubblica che deve passare il finanziamento dello sviluppo da parte della Francia del 0,38% del suo prodotto nazionale lordo (PNL) a 0,55%, in 2022", ha dichiarato.

I nuovi progetti 840 sono stati lanciati in 2018, che è 94 in più rispetto all'anno precedente. Metà degli impegni erano destinati per l'Africa. I settori prioritari sono l'istruzione, la salute e l'uguaglianza di genere. Inoltre, poiché la creazione di posti di lavoro è guidata dalla crescita nel settore privato, AFD ha chiesto alla sua controllata Proparco "rafforzare il suo sostegno all'imprenditorialità e all'innovazione".

Obiettivo 7 di miliardi di euro per l'Africa in 2019

Con 2022, 2,5 miliardi di euro saranno dedicati al supporto delle piccole imprese 10 000 e start-up in Africa. Lo STOA, la joint venture con la Caisse des Dépôts et Consignations specializzata nel finanziamento di infrastrutture, ha partecipato al lancio di una piattaforma eolica in India e di una diga idroelettrica in Camerun.

In totale, il Gruppo AFD è stato coinvolto in progetti che in 2018 463 000 bambine a scuola, migliorando l'accesso ai 14 salute milione di persone, forniscono acqua potabile alle persone 826 000 e di energia elettrica 7 milioni di persone, proteggere o ripristinare 50 000 km2 di aree naturali e supportare 60 000 piccole e medie imprese.

L'obiettivo di 2019 è di portare l'importo degli impegni dell'Agenzia a 14 di miliardi di euro, la metà dei quali andrà sempre in Africa, alla protezione del clima e all'uguaglianza di genere.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA