Cristiano Ronaldo e Juventus resistono al tornado dell'Ajax

Non è solo il "calcio totale" dell'Ajax ad essere eterno: a 34, Cristiano Ronaldo si è dimostrato ancora una volta decisivo nell'andata dei quarti di finale della Champions League offrendo la Juventus mercoledì. un gol in trasferta (1-1) sul campo del club di Amsterdam.

Acciaio ancor prima che l'assalto di una banda di ragazzi di talento che disinibita da eredi degni di Johan Cruyff: "CR7" ferito 15 giorni fa con il Portogallo, ha permesso alla sua squadra di essere voto favorevole prima tornare partita a Torino il 16 aprile, segnando il suo obiettivo 125e C1 (44e).

Ma David Neres, una delle tante pepite che il panico ajacides l'Europa, ha risposto sulla scia quintuplicata palla d'oro su un azione personale (46e) per strappare un pareggio come frustrante come pieno di promesse.

Per il turno precedente, l'Ajax aveva anche perso contro il corso del gioco (2-1) sul suo prato contro il Real Madrid, titolare del triplo titolo. Prima di consegnare un recital allo stadio Santiago Bernabeu nella tappa di ritorno (4-1) per trovare il Top 8 europeo per la prima volta da 2003.

La Juventus è stata prevenuta. "AJAX FOREVER", aveva persino rivendicato il pubblico della Johan Cruyff Arena prima del calcio d'inizio, attraverso un gigantesco tifo rosso e bianco, per annunciare che la sua storia prestigiosa e il suo tradizionale gioco spettacolare avrebbero guardato di nuovo un altro gigante del continente.

- Opportunità perse -

Al primo tentativo di Ziyech, che ha chiuso in rete fuori da Szczesny (6e), il club di Amsterdam ha dato il tono immediatamente. La "Juve" sarà privata di pallone e condannata a subire il suo dominio.

Completamente soffocata dall'aspirante tuta asciutta, la Vecchia Signora ha persino incatenato i passaggi falliti e gli errori tecnici nel suo campo, tanto che Cristiano ha moltiplicato i gesti della mano per cercare di ristabilire l'ordine.

Insufficiente per impedire al duo Tadic - Ziyech di mettere un pasticcio in sua difesa, come un "uno-due" pieno sfacciato ma sicuro (11e).

Pochi istanti dopo, il metronomo del Marocco non è riuscito a volare. Impostare la posizione ideale di digitazione, dopo una grande azione corale, il suo tiro di curling ha preso il directon della finestra ... prima di essere deviato minuto per Szczesny (18e).

Ma la più grande occhiata di Ajax è intervenuta prima della prima mezz'ora di gioco.

Su un cross di Tadic, Van de Beek avrebbe potuto aprire le marcature se il suo tiro da sinistra fosse stato incorniciato. Completamente battuto, Szczesny ha visto la palla radere il suo post sinistro ... ma fuori dall'obiettivo (26e). Fastidioso!

- Il realismo di "CR7" -

Soprattutto da quando "CR7", sempre pericoloso soprattutto quando è dimenticato, ha cominciato a salire nell'immagine di un recupero vizioso non incorniciato in angolo (30e) o questa resa della testa su un centro di Matuidi chi avrebbe dovuto approfittare di Bernardeschi (35e).

E mentre ci aspettavamo di vedere l'Ajax tornare negli spogliatoi con il vantaggio psicologico in assenza di un gol, Ronaldo ha punito la mancanza di esperienza della giovane squadra olandese poco prima dell'intervallo (1-0 , 45e).

Tutto è iniziato con un semplice tocco dalla sua parte. Poi la Juve è riuscita a scalare il campo in due passaggi per permettere Cancelo distillare un cross perfetto nella casella "CR7", autore di una gara incredibile per annullare la marcatura della cerniera De Ligt - Ciechi e ingannare Ako della testa.

Ma lungi dall'essere stordito Ajax ha risposto al all'inizio del secondo periodo! Alla ricerca di una palla persa Cancelo David Neres recuperato la palla slalom tutta la difesa da battere Szczesny (1-1, 46e).

L'atmosfera divenne incandescente, specialmente quando il brasiliano pensò per un momento a superare il doppio. Ma l'assistente arbitro ha fischiato fisicamente una posizione di fuorigioco (50e).

Nonostante le molte situazioni pericolose come il duello fallito di Ekkelenkamp (83e), l'Ajax, salvato dal suo post su un tiro di Douglas Costa (86e), si è scagliato contro un muro. Ancora più impraticabile a Torino? Neanche paura!

Fonte dell'articolo: http://www.rfi.fr/depeche/cristiano-ronaldo-juventus-resistent-tornade-ajax