Lo scandalo delle ammissioni porta i critici a chiedersi se il denaro dei donatori influenzi anche le persone accettate

Quando il mese scorso una truffa sui ricoveri nei college il coinvolgimento di importanti università ha causato ondate di shock negli ambienti dell'istruzione superiore e ha fatto notizia in tutto il paese, Paul Kaster non ha capito di cosa si trattasse. 19659002] "Ho pensato," Non è legale? Ha detto Kaster, uno studente del secondo anno Università della California del sud uno dei collegi coinvolti nel vasto schema di corruzione e inganno. "Pensavo che i genitori benestanti pagassero sempre le università per far entrare i loro figli".

Come molti altri osservatori, Kaster ha sottolineato che i figli dei donatori universitari di solito finiscono per frequentare queste stesse università. All'inizio, vide poca differenza tra i genitori che pagavano tasse elevate o davano grandi somme di denaro per mettere i loro figli in istituzioni d'élite.

"Una volta appresi i dettagli, ho visto che era più complicato", ha detto. 19659002] I dettagli non sono così complicati per Brian Flahaven, senior director of advocacy presso Council for Advancement and Support to Education, un'associazione di professionisti della raccolta fondi nell'istruzione superiore

I genitori che hanno corrotto direttori, allenatori e tester universitari atletici per portare i propri figli a college e università d'elite lo hanno fatto per "imbrogliare il sistema", ha detto. Le persone che donano alle università cercano di aiutare il sistema di istruzione superiore.

"Le cose stanno andando male", ha detto. La gente non dovrebbe "confondere questa attività criminale con donazioni filantropiche. Lo scandalo delle ammissioni è un caso criminale; questo non implica i responsabili dello sviluppo universitario. "

Tuttavia, i professionisti della raccolta fondi sono ora spesso costretti a spiegare questa distinzione a persone che non conoscono il mondo della raccolta di fondi nei college. All'indomani dello scandalo, questa distinzione sembra persa nei confronti dei critici sul ruolo del denaro e della ricchezza nelle ammissioni universitarie.

Critici - et de nombreux - hanno da tempo considerato i doni dei genitori dei candidati per svolgere un ruolo pernicioso e influente nel processo di ammissione. Vedono la corruzione e la frode nel cuore dello scandalo come un continuum del quid pro quo accordato ai ricchi donatori, e credono che l'immediato accesso alle università sia come bustarelle nascoste. 19659002] CASE ha cercato di trasmettere il messaggio da quando il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha annunciato l'incriminazione di persone 50 coinvolte nell'acquisto di ammissioni. L'associazione ha rilasciato una dichiarazione molto fermo condannando i partecipanti al progetto e opponendosi a una proposta del senatore statunitense Ron Wyden dell'Oregon porre fine alle agevolazioni fiscali per le donazioni universitarie fatto "prima o durante la registrazione dei figli della famiglia del donatore. "

La dichiarazione di CASE affermava, tra l'altro: "Le azioni di una manciata di individui non dovrebbero contaminare il lavoro premuroso e di principio dei professionisti di ammissioni e promozioni che lavorano ogni giorno per mantenere la qualità e la qualità del loro lavoro. integrità

Il codice etico dell'associazione adottato in 1982, definisce esplicitamente il "dovere speciale di questi professionisti di dare un esempio alle migliori qualità delle loro istituzioni e di rispettare i più alti standard di gestione personale e professionale.

Secondo il codice, le raccolte di fondi possono garantire la loro integrità e quella delle loro istituzioni non impegnandosi nelle seguenti attività:

  • né concedere né accettare favori per guadagno personale, né sollecitare o accettare il favore delle loro istituzioni quando viene violato un interesse pubblico superiore. "
  • "Evitano conflitti di interesse reali o apparenti e, in caso di dubbio, chiedono il parere delle autorità. "
  • "Rispettano la lettera e lo spirito di leggi e regolamenti che influenzano lo sviluppo delle istituzioni. "

"Le cose stanno andando male", ha detto Brian Flahaven, senior advocacy director presso Council for Advancement and Support to Education. La gente non dovrebbe "confondere questa attività criminale con donazioni filantropiche. Lo scandalo delle ammissioni è un caso criminale;

Flahaven ha detto che il tema delle donazioni è stato più volte discusso e commentato sullo scandalo "mentre la gente ha sollevato domande sui benefici dei ricchi per inviare i propri figli alle istituzioni d'élite.

"Il progresso del lavoro è che le persone pensano che questo sia solo un altro esempio di come lavorano le persone ricche", ha affermato.

L'influenza dei principali donatori sull'istruzione superiore in generale, e in particolare sulle ammissioni al college, è una questione così delicata che i promotori e gli sviluppatori di molti college in tutto il paese, tra cui élite non coinvolta nello scandalo, ha rifiutato di discuterne.

Contrastare la saggezza convenzionale errata

Amir Pasic, il decano del Università dell'Indiana La Lilly Family School of Philanthropy ritiene che gli istituti di istruzione superiore dovrebbero affrontare lo scandalo direttamente. [19659002] "Le università devono educare la comunità; devono esprimere le differenze molto chiaramente ", ha detto. "La filantropia non è ciò che è ricco. C'è un'enorme differenza tra dare e comprare. Entrambe le azioni provengono dalla ricchezza, ma questi sono esercizi di ricchezza molto diversi. Naturalmente, i donatori ottengono riconoscimento e trattamento speciale, ma c'è un muro tra questo e il processo di ammissione. "

I donatori ben intenzionati "non vorrebbero corrompere questo processo se davvero amassero l'istituzione e volessero supportarla.

Alcuni donatori credono chiaramente che i loro doni possano essere generosi e strategici e non avere scrupoli etici per sostenere le istituzioni e aiutare i loro figli allo stesso tempo.

Maria Laskaris, ex Preside di ammissioni al Dartmouth College e ora Senior Advisor presso i consulenti universitari di primo livello, ha detto al San Francisco Chronicle che gli studenti di famiglie benestanti che potevano donare ingenti somme di denaro avevano aumentato le possibilità di essere accettati in modo selettivo. collegi.

"Non è certamente una garanzia di ammissione, ma è certamente qualcosa di cui sei a conoscenza", ha detto. "I college stanno ancora raccogliendo denaro."

"La filantropia non è la via per i ricchi", dice Amir Pasic, decano della Lilly Family Philanthropy School presso l'Indiana University. "C'è un'enorme differenza tra dare e comprare. Entrambe le azioni provengono dalla ricchezza, ma questi sono esercizi di ricchezza molto diversi. Naturalmente, i donatori ottengono riconoscimento e trattamento speciale, ma c'è un muro tra questo e il processo di ammissione. "

Un portavoce di Dartmouth ha rifiutato di discutere su come lo scandalo delle ammissioni modella le percezioni pubbliche della raccolta di fondi. Sebbene il New Hampshire College non sia coinvolto nello scandalo, ha rilasciato una dichiarazione scritta indicando le misure che sta adottando per prevenire il tipo di abuso presunto nell'imputazione del mese scorso .

E l'Università del Sud della California e altre istituzioni hanno annunciato che avrebbero preso misure punitive contro gli studenti determinato ad essere accettato nei college con mezzi fraudolenti.

À Brown University che ospita alcuni degli studenti più ricchi del mondo. il paese, non sembra esserci un muro solido che separa le operazioni di ammissione dalle operazioni di sviluppo . L'università ha autorizzato il suo ufficio per la raccolta di fondi per organizzare visite al campus e incontri con membri di facoltà per candidati i cui genitori sono ex studenti di Brown o che sono imparentati con individui facoltosi o con studenti. altre persone che hanno relazioni con raccolte di fondi universitari. In alcuni casi, i membri della facoltà sono stati incoraggiati a scrivere all'ufficio di ammissione per condividere le loro impressioni (positive) sui candidati.

Un portavoce di Brown ha detto alla fine del mese scorso che l'università avrebbe posto fine a queste pratiche. Ha anche affermato che l'università smetterà di fornire gratuitamente consulenza accademica - da consulenti con ampia esperienza di ammissione - agli ex alunni, ai docenti e agli altri dipendenti di Brown.

Martedì, la presidente di Brown, Christina Paxson, ha annunciato . ] una revisione delle politiche di "equità" nei ricoveri e nella vita studentesca .

"Il trattamento preferenziale, reale o presunto, per gli studenti basati sulla ricchezza o sui privilegi è corrosivo per la nostra comunità", ha detto in una lettera al campus annunciando i critici. "Stiamo esaminando attentamente tutte le nostre pratiche in tutta l'università - dagli alunni e coinvolgimento dei genitori nella vita residenziale, attraverso le preoccupazioni accademiche, alla condotta degli studenti - per garantire che il patrocinio non ha alcuna influenza sulle esperienze degli studenti ".

Non c'è dubbio che lo scandalo delle ammissioni è un incubo di pubbliche relazioni per le istituzioni coinvolte e causa mal di testa anche per chi non lo è. Ma ci possono essere effetti positivi a lungo termine. Lo scandalo si è verificato in un momento in cui l'opinione pubblica e i dibattiti sulla disparità di reddito nella società americana stavano diventando sempre più importanti, compreso nell'istruzione superiore . Queste conversazioni si sono estese oltre i confini delle università e dei think tank di Washington e ora si stanno svolgendo in tavoli da congresso e da cucina.

Un diverso stato d'animo, una nuova generazione

Lilly School, la "prima scuola al mondo dedicata esclusivamente allo studio e all'insegnamento della filantropia", la prossima generazione di raccolte di fondi apprende di più sulla filantropia, dal momento che gli studenti richiedono una maggiore responsabilità sociale da parte degli amministratori istituzioni e leader politici. 19659002] "Questa generazione di studenti sente sempre più che i privilegi e i benefici della ricchezza sono svantaggiati", ha affermato Pasic.

"I nostri studenti riflettono in molti modi oggi nei campus", ha detto. "Sono più consapevoli delle disparità e delle disuguaglianze di ricchezza. Sono allergici alla gerarchia sociale e alle procedure non basate sui principi. "

Pasic ha citato esempi di studenti che protestavano contro edifici e monumenti del campus che portavano i nomi di politici razzisti e leader militari che hanno sostenuto politiche di ammissione esclusiva in passato, e studenti che chiamavano amministratori universitari per dare troppo peso ai ricchi e potenti donatori negli affari accademici o nelle operazioni sportive.

Pasic ha detto che gli studenti di oggi sono molto consapevoli del fatto che i loro coetanei di famiglie benestanti "ottengono una spinta" perché hanno frequentato costose scuole di preparazione e hanno avuto insegnanti privati. al liceo o ha avuto l'opportunità di studiare o di volontariato all'estero o di partecipare a programmi di arricchimento accademici estivi.

"Capiscono in che modo l'ammissione all'eredità e la filantropia si inseriscono in questo", ha detto. "Gli studenti esaminano tutto questo e lo vedono come un tradimento dei principi che università e università pretendono di valutare.

"Chiedono sempre più criticamente:" Chi sono i donatori della mia università? Dove sono investiti i dollari? "

Queste preoccupazioni, che sono anche discusse a Lilly School, possono guidare il pensiero dei tirocinanti nelle professioni filantropiche. Decolonizzazione della ricchezza è un libro molto apprezzato dagli studenti. Offre una prospettiva analitica sul fatto che la filantropia stia facendo abbastanza bene da valutare e correggere criticamente alcune delle ingiustizie che può effettivamente perpetuare. [19659002] "Siamo un'istituzione diversa", ha affermato Pasic. "Non siamo un'élite. Siamo un'istituzione urbana al servizio del pubblico con studenti della prima generazione che non provengono da una lunga serie di privilegi ... Il mondo è un po 'diverso quando hai questa esperienza e fai la filantropia come membro Staff ... e

C'è il rischio che gli studenti che occupano questa posizione possano diventare molto soggetti a questa ricchezza o essere abbagliati da essa, ha detto.

"Speriamo che i nostri studenti comprendano già che donazioni e tangenti sono l'opposto l'uno dell'altro", ha detto Pasic. "L'intenzione è quasi diametralmente opposta".

Pasic spera che i corsi di etica che fanno parte del curriculum di base della Lilly School e che studenti universitari e laureati debbano seguire, li aiuteranno a rimanere concentrati sulla missione più ampia della filantropia - fare del bene e portare cambiamenti positivi - dopo la laurea e il lavoro.

L'etica è anche incorporata in altri corsi, come la storia, società civili comparative, genere e giustizia sociale, così come altri corsi opzionali, ha detto. .

La scuola sta pianificando una serie di seminari per studenti e pubblico durante questo semestre e il suo seminario imminente su "Filantropia e il bene pubblico". Una sessione esaminerà i limiti della filantropia; un altro studierà il futuro della filantropia.

Questo articolo è apparso per primo https://www.insidehighered.com/news/2019/04/11/admissions-scandal-causes-critics-question-whether-donor-money-also-influences-who