Fiscalità: birrai camerunensi sotto pressione - JeuneAfrique.com

Una moto consegna birra in Camerun (Illustrazione). © Creative Commons / Flickr / Mimbo Benskin

Nonostante gli aumenti di prezzo concesse da Yaoundé, l'industria della birra camerunese si lamenta di quattro anni una vacca da mungere per le autorità fiscali e richiedere una pausa.

L'industria della birra del Camerun ha vinto in parte il suo caso, dopo tanto procrastinare. A marzo 12, i prezzi delle bevande, principalmente birra e alcune bevande analcoliche, erano da 25 a 50 F CFA (0,04 e 0,08 euro), nonostante il rifiuto delle associazioni di tutela dei consumatori.

Una battaglia combattuta-lacerato da questo settore costituito i produttori di birra per aziende in Camerun (SABC - gruppo Castel), Guinness Camerun (Diageo) e l'Unione del Camerun di fabbriche di birra (UCB - gruppo Kadji).

Ora sei connesso al tuo account Jeune Afrique, ma non sei abbonato a Jeune Afrique Digital

Questo articolo è solo abbonati


Abbonati da 7,99 €per accedere a tutti gli oggetti in un numero illimitato

Sei già un abbonato?

Hai bisogno di aiuto

I tuoi abbonati benefici

  1. 1. Accesso illimitato a tutti gli articoli sul sito e all'applicazione Jeuneafrique.com (iOs e Android)
  2. 2. Ricevi un'anteprima, 24 ore prima della pubblicazione, di ogni numero e fuori serie Jeune Afrique sull'app Jeune Afrique The Magazine (iOS e Android)
  3. 3. Ricevi la newsletter di risparmio giornaliero per gli abbonati
  4. 4. Goditi 2 anni di archivi Young Africa in edizione digitale
  5. 5. Abbonamento senza impegno di durata con l'offerta mensile tacitamente rinnovabile*

*Servizio disponibile solo per le iscrizioni aperte.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA