Carlos Ghosn rimane in custodia in Giappone almeno fino ad aprile 22

Il tribunale di Tokyo ha deciso venerdì l'estensione della custodia di Carlos Ghosn fino ad aprile 22. Da quando il suo nuovo arresto è avvenuto ad aprile 4, è nella prigione di Kosuge, a nord della capitale.

Meno di dieci giorni dopo il suo ultimo arresto, il tribunale di Tokyo venerdì ha autorizzato l'estensione della custodia della polizia. Carlos Ghosn fino ad aprile 22, come parte di nuove accuse di presunte malversazioni finanziarie.

Questa decisione fu annunciata in una breve dichiarazione, non specificando l'argomento.

Alla fine di questo periodo, l'ex CEO di Renault-Nissan, di età 65 anni, può essere accusato, arrestato di nuovo per un altro motivo, o essere rilasciato senza processo.

Dal suo il nuovo arresto si è verificato ad aprile 4 nella sua casa di TokyoAppena un mese dopo la sua liberazione su cauzione, Carlos Ghosn è nella prigione di Kosuge (a nord della capitale), dove viene regolarmente interrogato dagli investigatori dell'ufficio del pubblico ministero.

Lo interrogano con l'accusa di appropriazione indebita di fondi da Nissan, tramite un distributore di veicoli del produttore all'estero. Questo è il Sultanato dell'Oman, secondo una fonte vicina al record.

Su un totale di 15 milioni di dollari tra 2015 end e mid-2018, 5 milioni sono stati utilizzati per il suo vantaggio personale, secondo l'ufficio dei pubblici ministeri.

Carlos Ghosn, il cui destino ha scosso il 19 di novembre quando è stato arrestato a Tokyo, rivendica la sua innocenza, sostenendo di essere vittima di una "trama" ordita dai leader Nissan.

Fonte dell'articolo: https://www.france24.com/it/20190412-carlos-ghosn-reste-detention-japon-jusquau-22-April