CAN 2019: allenatori tra attesa e relax prima del sorteggio

La Confederazione Calcistica Africana (CAF) sorteggerà la fase finale della prossima Coppa d'Africa (21 giugno-19 luglio in Egitto), il 12 aprile a Giza. Gli allenatori delle 24 squadre qualificate attendono con impazienza questo momento durante il quale sapranno dove, quando e contro quali nazioni giocheranno nel CAN 2019.

Dal nostro inviato speciale al Cairo,

Il piccolo mondo del calcio africano si crogiola all'ombra del Gezirah Palace, un palazzo costruito al Cairo nel 1860 e ora parte di un grande hotel. È qui che la Confederazione calcistica africana (CAF) ha stabilito la sua sede, alla vigilia del Sorteggio Coppa d'Africa 2019

Gli allenatori delle Nazionali qualificate per la fase finale (21 giugno-19 luglio) approfittano del clima rasserenante, in attesa del verdetto. Questo giovedì hanno del tempo libero ma lo spirito è comunque un po 'monopolizzato dal rogo. " Ieri gli organizzatori ci hanno mostrato i diversi hotel dove alloggeranno le nostre squadre durante il torneo, così come i campi di allenamento., spiega l'allenatore del Burundi Olivier Niyungeko. Oggi è riposo. Ma c'è tensione. Nella tua testa, ti chiedi chi incontrerai. Ma fino a domani, siamo tranquilli. Quindi facciamo una piccola passeggiata per rilassarci un po ' '.

Alcuni trascorrono molto tempo seduti sulla terrazza del Cairo Marriott Hotel. Altri preferiscono utilizzare gli impianti sportivi, come i francesi Hervé Renard e Corentin Martins, rispettivamente allenatori del Marocco e della Mauritania. E c'è chi come Sébastien Migné (allenatore del Kenya) e Sébastien Desabre (Uganda) discutono della preparazione ideale per questo tanto atteso CAN 2019. " Siamo sempre un po 'impazienti di sapere quando inizieremo la competizione e contro chi giocheremo ”, Sottolinea colui che dirige le“ Gru ”ugandesi. " Ma non c'è nessuna pressione particolare. Stiamo solo aspettando il sorteggio per finalizzare il nostro corso di preparazione “, Conclude colui che vorrebbe incontrarsi nella città di Ismailia dove aveva guidato il club locale (Ismaily).

Allevatori in attesa

Per il momento, gli allevatori sono un po 'sospettosi. CAF non ha ancora rilasciato il programma esatto della partita, né gli orari delle riunioni. Solo la composizione dei cappelli è finalmente trapelata questo giovedì mattina, in attesa della sua validazione da parte del Comitato Esecutivo della Confederazione.

Dovrebbe essere messo nella pentola 2, la Repubblica Democratica del Congo può solo sopportare questa situazione. " È vero che essendo in un cappello un po 'più privilegiato (Sic), può aiutare a evitare fin dall'inizio alcuni avversari complicati », Ammette Florent Ibenge. Ma il boss dei "Gattopardi" non preferisce pensare troppo a tutto questo: " Ci rendiamo conto che non esistono paesi piccoli. E rischiamo di essere sorpresi da qualsiasi squadra. Saremo quindi soddisfatti di ciò che il destino ci darà. »

Tuttavia, non tutti sono così filosofici, come l'allenatore di una Guinea posto anche in cappello 2. " Non posso dire di stare zitto, sorride il belga Paul Put, che si appresta a vivere la sua terza edizione, dopo il 2013 e il 2015 con il Burkina Faso. In effetti, hai sempre un desiderio, prima del sorteggio. Vuoi sempre entrare in un gruppo giocabile. Ma quando cadi in un gruppo di morte, è sempre complicato ... Improvvisamente, anche quando hai già giocato a diversi CAN, hai ancora questo nervosismo in te. […] Non posso dire di essere nervoso al 100%. Ma questa aspettativa gioca un po ' '.

Fonte dell'articolo: http://afriquefoot.rfi.fr/20190411-can-2019-selectionneurs-entre-attente-detente-avant-le-tirage