Costa d'Avorio: il mercato della carta d'identità biometrica affidato a Semlex - JeuneAfrique.com

La società belga Semlex ha vinto il bando di gara per il rinnovo delle carte d'identità nazionali, precedentemente affidate alla società francese Idemia. L'azienda ha così vinto il mercato dell'introduzione delle carte biometriche, stimato in franchi 460 miliardi CFA.

Il contratto che Semlex ha vinto è una partnership con l'Ufficio nazionale di identificazione (ONI) per un periodo di dodici anni. L'azienda vede le caricati "soluzioni di implementazione dei processi che compongono il Registro Nazionale delle persone fisiche (PBSR)" per due anni "con la priorità alla soluzione per abilitare le carte d'identità nazionali di produzione" dice la dichiarazione del governo rilasciata ad aprile 10.


>>> LEGGI - Elezioni: tecnologie biometriche sempre più presenti in Africa


"Il sistema è stato progettato per produrre almeno 36 milioni di carte durante il periodo contrattuale, tra cui 12 milioni durante i primi due anni, per soddisfare le carte d'identità nazionali di rinnovamento ha bisogno di scadenza a partire da giugno 2019" continua il governo.

460 miliardi di FCFA

Il progetto è stato guidato da Sidiki Diakité, ministro dell'Interno e della sicurezza, che lo ha presentato alla firma di un decreto del Capo dello Stato, Alassane Ouattara.

Secondo le stime del governo finiscono 2018, rendendo di identità biometrici smart card nel formato richiesto dai criteri in vigore nella dell'Africa occidentale Comunità Economica Uniti (ECOWAS) dovrebbe costare 460 miliardi di FCFA.


>>> LEGGI - Elezioni: la biometria e le nuove tecnologie non sono garanzie


Il belga Semlex non è sconosciuto nel paese. La compagnia ha subito battute d'arresto nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) e la magistratura belga sta attualmente indagando sulla compagnia, nel contesto di un caso di riciclaggio di denaro e presunta corruzione.

La compagnia scelta dallo stato ivoriano è stata scelta contro il francese Idemia (ex Morpho), che era responsabile di questo contratto da 2007. Altri candidati sfortunati: l'olandese Gemalto e il belga ivoriano Snedai-Zetes.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA